Homepage

News News

Riforma previdenziale, intesa sui decreti attuativi

24 Marzo 2017 | di La Redazione

Pensioni

Nella mattinata di ieri, presso il Ministero del Lavoro, si è svolto l’incontro tra Governo e organizzazioni sindacali per la predisposizione dei decreti attuativi della riforma previdenziale e per l’avvio della seconda fase, dedicata a questioni strutturali e di lungo periodo.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Indebito previdenziale, liquidazione provvisoria e affidamento del pensionato

24 Marzo 2017 | di Giovanni Guarini

Corte App. Trento

Pensioni

L’erogazione espressamente definita e comunicata a titolo provvisorio dovrebbe essere sufficiente per non ingenerare l'affidamento del pensionato. Tuttavia, la mancata previsione di un termine entro il quale il provvedimento definitivo deve intervenire, può vanificare gli scopi perseguiti con l’art. 52, L. 9 marzo 1989, n. 88. Di talché, in ragione dei principi affermati dalla Corte Costituzionale e per rispetto alla ratio dell’art. 52 cit., appare chiaro che all'errore debba essere equiparato il ritardo patologico nella riliquidazione e rettifica di un provvedimento originariamente definito come provvisorio, quando l'istituto medesimo sia in possesso di tutti i dati necessari e rilevanti, atteso che il ritardo “patologico” lede l'affidamento del pensionato che è oggetto della tutela della disciplina in esame.

Leggi dopo
News News

Appalto di servizi retrocesso: è trasferimento d’azienda?

23 Marzo 2017 | di La Redazione

Trasferimento d’azienda

Con sentenza n. 6770/2017, depositata il 15 marzo scorso, la Cassazione si pronuncia in merito all'applicabilità dell'art. 2112 c.c. alle ipotesi in cui, alla cessazione dell'appalto, il servizio torni in gestione diretta all'imprenditore committente.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Whistleblower e licenziamento per giusta causa

23 Marzo 2017 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

Può essere licenziato per giusta causa il lavoratore che denunci alle autorità i comportamenti illeciti del datore?

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Attribuzione in graduatoria e scuole di specializzazione

23 Marzo 2017 | di La Redazione

Appello l'Aquila

Lavoro pubblico

In ordine alle Scuole di specializzazione deputate alla formazione dei docenti delle scuole secondarie, nonché al rilascio di un diploma avente valore di esame di Stato, abilitante all’insegnamento, il D.M. n. 44/2011 non è contra legem, ma costituisce esplicazione ed integrazione della normativa primaria, con cui è in piena sintonia logico-giuridica, tenuto conto che il legislatore - conferendo rilievo al fatto che durante la frequenza del corso SSIS non è possibile l’espletamento del servizio - ha inteso valorizzare la stessa frequenza del corso abilitante; ciò diversamente dai titolari di altre abilitazioni, ai quali viene attribuito un punteggio non per la frequenza del corso abilitante, ma per il solo conseguimento del titolo: tale logica premiale si incentra nella equiparazione della mera partecipazione al biennio del corso SSIS al servizio di insegnamento effettivamente prestato, equiparazione che non ricorre in alcun altro caso di frequentazione dei corsi diversi dalla SSIS.

Leggi dopo
Focus Focus

Ancora sul giustificato motivo oggettivo di licenziamento: il prius, il posterius ed il nesso causale

23 Marzo 2017 | di Arturo Maresca

Licenziamento individuale

Partendo dalla qualificazione del GMO come clausola generale o concetto elastico, l’Autore si sofferma sul compito dell’interprete ovvero l’accertamento dell’effettività della ragione produttiva o organizzativa specificata nell’atto di licenziamento, nonché la sua oggettiva attuazione, senza alcuno scrutinio in ordine all’opportunità o convenienza nel bilanciamento con la tutela della posizione del lavoratore. La verifica dovrà, piuttosto, riguardare il nesso di causalità che lega l’esecuzione delle scelte imprenditoriali alla soppressione del posto di lavoro e, quindi, al licenziamento. Tali segmenti possono essere accorpati in tre nuclei essenziali: a) quello centrale delle causali organizzative, cioè delle decisioni imprenditoriali relative “all’attività produttiva, all’organizzazione del lavoro ed al regolare funzionamento di essa”; b) quello che ne costituisce l’antecedente logico, cioè le motivazioni che inducono il datore di lavoro ad esercitare il potere organizzativo; c) l’ultimo, relativo al nesso che raccorda, secondo un rapporto di causa-effetto, l’attuazione della decisione organizzativa con il licenziamento del lavoratore, all’interno del quale – come si dirà – sembra possibile collocare anche il c.d. repêchage o ripescaggio. Questo secondo contributo, che segue il precedente, analizzerà il punto di cui alla lettera c.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Licenziamento per GMO: obbligo di comparazione con altre sedi aziendali

22 Marzo 2017 | di Stefania Billi

Cass. sez. lav.

Licenziamento individuale

Nelle ipotesi di licenziamento individuale per giustificato motivo oggettivo, in conseguenza della soppressione della posizione lavorativa presso una delle sedi aziendali, la legittimità del recesso è condizionata alla sola verifica della effettività della esigenza di riduzione del personale e del rapporto di causalità tra tale esigenza ed il licenziamento concretamente operato, sicché una questione di comparazione con altre sedi si pone nei soli casi in cui l’esigenza di riorganizzazione aziendale sia potenzialmente riferibile ad una pluralità di posizioni di lavoro e non anche, invece, su base territoriale.

Leggi dopo
News News

MinLav sulla disciplina dei voucher nel periodo transitorio

22 Marzo 2017 | di La Redazione

Ministero del Lavoro, Comunicato 21 marzo 2017.pdf

Voucher

Il Ministero del Lavoro, con un Comunicato diffuso nella giornata di ieri, si è pronunciato sui voucher, fornendo chiarimenti sulla disciplina ad essi applicabile nel periodo transitorio compreso tra il 17 marzo ed il 31 dicembre 2017.

Leggi dopo
News News

La Fondazione Studi CdL sui voucher: quale disciplina?

21 Marzo 2017 | di La Redazione

Fondazione Studi CdL, Parere 20 marzo 2017, n. 2.pdf

Voucher

La Fondazione Studi CdL, con il Parere 20 marzo 2017, n. 27, si interroga su quale sia il regime applicabile ai voucher richiesti entro il 17 marzo scorso ed utilizzabili entro la fine del 2017, in seguito alla recente abrogazione della disciplina del lavoro accessorio, operata dal D.L. n. 25/2017.

Leggi dopo
News News

La responsabilità solidale negli appalti dopo il D.L. n. 25

21 Marzo 2017 | di La Redazione

Fondazione Studi CdL, Parere 21 marzo 2017, n. 3.pdf

Appalto

Con Parere n. 3 la Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro interviene, all’indomani dell’entrata in vigore del D.L. n. 25/2017, fornendo chiarimenti sul regime di responsabilità solidale in materia di appalti e sulle modalità pratiche di applicazione dello stesso, legate al principio della preventiva escussione.

Leggi dopo

Pagine