Casi e sentenze di merito

Il passaggio del lavoratore ai tornelli, in assenza di un potere di controllo datoriale, costituisce mera identificazione

 

La giurisprudenza comunitaria ha stabilito che, solo in relazione ai lavoratori che non hanno un luogo di lavoro fisso o abituale, costituisce “orario di lavoro”, ai sensi dell'art. 2, punto 1, della direttiva n. 2003/88/CE, il tempo che tali lavoratori impiegano per gli spostamenti quotidiani tra il loro domicilio e i luoghi in cui si trovano...

Leggi dopo