Casi e sentenze di merito

Illegittimità della sanzione disciplinare per mancata prova e difetto di specificità dei fatti contestati

26 Settembre 2018 |

Tribunale Milano, sez. lav.

Contestazioni disciplinari
 

A fronte della contestazione circa la fondatezza degli addebiti, è onere del datore di lavoro dimostrarne la sussistenza. Qualora il datore di lavoro, rimasto contumace, non offra alcuna prova sul punto, il mancato assolvimento dell’onere della prova si traduce in un giudizio di illegittimità della sanzione disciplinare per insussistenza dei fatti addebitati. Se la contestazione disciplinare difetta di specificità, poiché non individua fatti storici definiti, puntualmente descritti nella loro materialità e nelle relative coordinate di tempo e di luogo, ma esprime essenzialmente giudizi di tipo valutativo in ordine all'operato del dipendente, la sanzione disciplinare, anche per tale motivo, va dichiarata illegittima.

Leggi dopo