Casi e sentenze di merito

Obblighi di sicurezza e responsabilità del datore

 

L’inserimento del lavoratore subordinato in un’organizzazione produttiva più o meno complessa fa sorgere in capo all’imprenditore un obbligo di sicurezza che l’art. 2087 c.c. esplicita nel dovere di adottare nell’esercizio dell’impresa tutte le misure che secondo la particolarità del lavoro, l’esperienza e la tecnica siano necessarie a tutelare l’integrità fisica e la personalità morale del dipendente: la violazione, da parte del datore di lavoro, di tale dovere è fonte di responsabilità contrattuale - attenendo detto illecito ad una preesistente obbligazione ...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >