Casi e sentenze di merito

PA e bando di concorso interno: il vincitore è titolare di un diritto soggettivo

14 Febbraio 2018 |

Appello l'Aquila

Lavoro pubblico

Qualora la P.A. abbia manifestato la volontà di provvedere alla copertura di posti di una determinata qualifica attraverso il sistema del concorso interno e abbia a tal fine pubblicato un bando che contenga tutti gli elementi essenziali, prevedendo il riconoscimento del diritto del vincitore del concorso a ricoprire la posizione di lavoro disponibile e la data di decorrenza dalla quale è destinata a operare giuridicamente l'attribuzione della nuova posizione, il soggetto individuato all'esito del procedimento amministrativo di selezione è titolare di un vero e proprio diritto soggettivo all’immissione in ruolo, atteso che dalla decisione di coprire il posto e di assumere il vincitore del concorso, scaturisce il diritto alla stipulazione del contratto.

Leggi dopo