Casi e sentenze di merito

Ripetizione indebito INPS e dolo omissivo

 

Se il silenzio e la reticenza non presentano, in talune ipotesi, alcuna attitudine ingannatoria, giacché essi si limitano a non contrastare la percezione della realtà alla quale sia pervenuto l’Ente previdenziale in via definitiva sulla base dei dati correttamente forniti dall’interessato, ...

Leggi dopo