Focus

Correttivo Jobs Act: la deroga di un anno per la CIGS nelle “aree di crisi industriale complessa”

Sommario

Introduzione | Ambito territoriale di applicazione | Ambito oggettivo di applicazione | Ambito soggettivo di applicazione e condizioni richieste | Criteri di autorizzazione | Procedura | Durata e decorrenze degli interventi | Normativa applicabile | In conclusione | Riferimenti |

 

Il D. Lgs. n. 185/2016 (cd “correttivo Jobs Act”), in vigore dallo scorso 8 ottobre, attraverso il nuovo comma 11-bis dell’art. 44, D.Lgs. n. 148/2015, introduce una deroga in materia di integrazione salariale straordinaria in favore di imprese operanti in aree di crisi industriale complessa, come tali già riconosciute alla medesima data. Si tratta di una misura eccezionale, che consentirà alle suddette imprese, le quali abbiano già esaurito la possibilità di accedere alla CIGS, di fruire di un nuovo intervento del medesimo ammortizzatore sociale, per una durata massima di 12 mesi. L’intervento è soggetto ad un limite di spesa di 216 milioni di euro. Il ministero è intervenuto con due successive circolari nei giorni scorsi allo scopo di chiarire ambiti e condizioni di applicabilità della nuova norma, nonché i relativi aspetti procedurali.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >