Focus

Il lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione

10 Agosto 2017 | , Lavoro pubblico

Sommario

La specialità della procedura di accesso al pubblico impiego privatizzato: il principio costituzionale del concorso pubblico | Il processo di selezione dei pubblici dipendenti e la programmazione delle nuove assunzioni | La predeterminazione organica del personale | L’ingresso delle categorie protette nelle pubbliche amministrazioni | Le forme contrattuali flessibili | Le collaborazioni coordinate e continuative | Conclusioni | Guida all’approfondimento |

 

Nel corso degli anni si è assistito ad una tendenza (invero discontinua) volta alla progressiva applicazione di elementi della disciplina privatistica anche ai lavoratori chiamati ad operare alle dipendenze dello Stato. Tuttavia, la peculiare natura del datore di lavoro pubblico ha determinato il permanere di ambiti sottratti alle leggi ed ai principi propri del rapporto di lavoro privato. Elementi di specialità li ritroviamo in primis nella materia inerente l’accesso al pubblico impiego. Tutt’oggi, infatti, sussiste l’obbligo di procedere alla scelta del personale delle pubbliche amministrazioni tramite procedura selettiva. Adattate alla peculiare natura del rapporto di lavoro pubblico sono altresì le discipline dei c.d. “contratti flessibili”. Nel presente contributo si procederà all’esame dei suddetti istituti anche alla luce delle modifiche apportate al D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 (anche detto T.U.) dal D.Lgs. 25 maggio 2017, n. 75 e (in minima parte) dalla Legge 22 maggio 2017 n. 81, il Jobs Act del lavoro autonomo).

Leggi dopo