Focus

Il tentativo di conciliazione in caso di licenziamento

Sommario

La cornice normativa | Tentativo di conciliazione obbligatorio (preventivo al licenziamento) | Tentativo di conciliazione facoltativo (successivo al licenziamento) | Tentativo di conciliazione (facoltativo e successivo al licenziamento) nel contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti | Tentativo di conciliazione giudiziale obbligatorio (successivo al licenziamento) | Le varie fattispecie di tentativi di conciliazione in caso di licenziamento | Considerazioni conclusive |

 

È noto che il contenzioso del lavoro rappresenta una buona fetta del carico di lavoro del sistema giudiziario italiano. Per cercare di ridurre questo carico, il legislatore ha più volte introdotto la possibilità di risolvere una parte di tale contenzioso in sedi diverse da quelle giudiziarie, come ad esempio le commissioni o i collegi di conciliazione ed i collegi arbitrali, talvolta generando però duplicazioni, sovrapposizioni e finanche una certa confusione. Nel seguente scritto ci soffermeremo sui tentativi di conciliazione ed arbitrato extragiudiziale in caso di licenziamento sia di lavoratori dipendenti da datori di lavoro privati sia di lavoratori del pubblico impiego.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >