Giurisprudenza commentata

Diritto del familiare di persona affetta da handicap grave di scegliere la sede di lavoro in costanza di rapporto

28 Gennaio 2016 |

Cass. sez. lav.

Congedi parentali

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Il genitore o il familiare lavoratore, che assista con continuità un parente o un affine entro il terzo grado portatore di handicap con lui convivente, può esercitare, ai sensi dell’art. 33, commi 5 e 6, della l. n. 104/1992, il diritto di scegliere la sede di lavoro sia al momento dell’assunzione che in costanza di rapporto, sempreché il posto risulti esistente e vacante.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >