Giurisprudenza commentata

Illegittimità del licenziamento per patto di prova nullo e regime sanzionatorio per contratto a tutele crescenti

06 Febbraio 2018 |

Trib. Roma,

Intimazione del licenziamento

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche |

 

Nell’ambito di un contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, il licenziamento irrogato sulla base del mancato superamento della prova, qualora il relativo patto sia affetto da nullità per assenza di previsione scritta, integra gli estremi del recesso datoriale privo di giustificazione e soggiace al regime indennitario di cui all’art. 3, co. 1, del D. Lgs. n. 23/2015, che stabilisce il diritto del lavoratore, in difetto di giusta causa o di giustificato motivo del licenziamento, ad un indennizzo risarcitorio predeterminato e parametrato all’anzianità di servizio.

Leggi dopo