Giurisprudenza commentata

Interposizione di manodopera: le somme dovute dall'effettivo datore di lavoro che non riammetta il lavoratore in servizio hanno natura retributiva

17 Aprile 2018 |

Cass., Sez. Un.,

Appalto

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

In tema di interposizione di manodopera, ove ne venga accertata l’illegittimità e dichiarata l’esistenza di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, l’omesso ripristino del rapporto lavorativo ad opera del committente determina per quest’ultimo l’obbligo di corrispondere le retribuzioni a decorrere dalla messa in mora, salvo gli effetti dell’art. 29, co. 3-bis, D.Lgs. n. 276/2003.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >