Giurisprudenza commentata

La natura autonoma(?) del rapporto di lavoro dei riders di Foodora

20 Luglio 2018 |

Tribunale Torino, sez. lav.

Lavoro dipendente e subordinazione

Sommario

Il caso | Le questioni | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Conclusioni | Guida all’approfondimento |

 

La non obbligatorietà della prestazione lavorativa esclude in radice la subordinazione perché la configurabilità dell’eterodirezione contrasta con l’assunto secondo cui la parte che deve la prestazione può, a suo libito, interrompere il tramite attraverso il quale si estrinseca il potere direttivo dell’imprenditore. Affinché ai sensi dell’art. 2, d.lgs. n. 81 del 2015, ad un rapporto di lavoro di collaborazione si possa applicare la disciplina del lavoro subordinato è necessario che il lavoratore sia sottoposto sempre al potere direttivo e organizzativo del datore di lavoro e non è sufficiente che tale potere si estrinsechi soltanto con riferimento ai tempi e al luogo di lavoro perché deve al contrario riguardare anche i tempi e il luogo di lavoro

Leggi dopo

Le Bussole correlate >