Giurisprudenza commentata

La scelta della controparte nella contrattazione collettiva: i contrasti non sopiti sull'obbligo a trattare del datore

27 Gennaio 2020 |

Tribunale Roma, sez. lav.

Relazioni sindacali

Sommario

Massima | Il caso | La questione | La soluzione | Osservazioni | Per approfondire |

 

Non è rinvenibile nel nostro ordinamento un diritto dell'o.s. all'ammissione alle trattative per la stipulazione del contratto collettivo, operando il generale principio dell'autonomia negoziale e, dunque, il c.d. reciproco riconoscimento nella scelta della controparte contrattuale. Eventuali deroghe devono essere oggetto di una espressa previsione, legale o contrattuale, mediante la quale venga posto a carico delle parti un obbligo a contrarre. La scelta, in ogni caso, rappresenta una conseguenza di un dato fattuale, ossia dell'effettiva rappresentatività del sindacato rispetto ai lavoratori.

Leggi dopo