Giurisprudenza commentata

Raggiungimento dei requisiti pensionistici: recesso ad nutum o licenziamento?

19 Giugno 2015 |

Cass. sez. lav.

Pensioni

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

La risoluzione datoriale del rapporto di lavoro a causa del raggiungimento dei limiti massimi d'anzianità lavorativa, effettuata prima del compimento dei sessantacinque anni del dipendente, ma destinata ad operare al momento di tale evento e non seguita da allontanamento del lavoratore dal posto di lavoro, non costituisce licenziamento bensì un semplice atto risolutivo non sottoposto alla medesima normativa del licenziamento, sicché non si configura il diritto del lavoratore all'indennità di preavviso laddove il preavviso è lavorato.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >