Giurisprudenza commentata

Ragioni sostitutive nelle strutture organizzative complesse

02 Marzo 2020 |

Tribunale Bari, sez. lav.,

Lavoro a tempo determinato

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

L'apposizione del termine per "ragioni sostitutive" è legittima se l'enunciazione dell'esigenza di sostituire lavoratori assenti, da sola insufficiente ad assolvere l'onere di specificazione delle ragioni stesse, risulta integrata dall'indicazione di elementi ulteriori, quali, l'ambito territoriale di riferimento, il luogo della prestazione lavorativa, le mansioni dei lavoratori da sostituire, il diritto degli stessi alla conservazione del posto di lavoro, che consentano di determinare il numero dei lavoratori da sostituire, ancorché non identificati nominativamente.

Leggi dopo