Giurisprudenza commentata

Riqualificazione del licenziamento e diritto all'indennità di mancato preavviso anche in difetto di esplicita domanda

03 Maggio 2018 |

Cass. sez. lav.,

Licenziamento disciplinare

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

La giusta causa e il giustificato motivo soggettivo di licenziamento costituiscono mere qualificazioni giuridiche di condotte ugualmente idonee a legittimare la cessazione del rapporto di lavoro, incidendo soltanto sulla decorrenza degli effetti e sul diritto o meno al preavviso, tanto che la riqualificazione operata dal giudice non fa venir meno la legittimità del recesso diversamente qualificato dal datore di lavoro.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >