Giurisprudenza commentata

Trasferimento del lavoratore che assiste familiare disabile: la prova delle ragioni del diniego alla luce della normativa nazionale e sovranazionale

12 Ottobre 2018 |

Tribunale Bari, ord. sez. lav., 26 giugno 2018

Trasferimento del lavoratore

Sommario

Il caso | La questione | Soluzioni giuridiche | Osservazioni | Per approfondire |

 

La richiesta di trasferimento del lavoratore, che assista un proprio familiare disabile, ex art. 33, comma 5, l. n. 104 del 1992, non può essere negata salvo che il datore di lavoro dimostri, in modo puntuale, la sussistenza di effettive e verificabili ragioni tecniche, organizzative e produttive, insuscettibili di essere in altro modo soddisfatte, legittimanti il diniego. Ciò alla luce dell'impreteribile bilanciamento di interessi e diritti del lavoratore e del datore di lavoro, aventi copertura costituzionale, alla luce anche del diritto sovranazionale a tutela dei diritti della persona disabile.

Leggi dopo