Giurisprudenza commentata

La parabola del “posto fisso”: le conseguenze dell’assunzione clientelare

23 Novembre 2017 |

Trib. Roma, sez. lav.,

Lavoro pubblico

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Deve ritenersi nullo, per illiceità della causa o dell’oggetto, il contratto di lavoro posto in essere in violazione di specifiche norme di legge regolanti l’assunzione del lavoratore. La piena consapevolezza del lavoratore di essere stato assunto in virtù di una procedura del tutto irregolare, integra i requisiti della giusta causa di licenziamento.

Leggi dopo