News

Astensione degli avvocati nei processi con detenuti: incostituzionale la norma che rimanda al codice di autoregolamentazione

30 Luglio 2018 |

Corte cost.

Sciopero
 

La Corte costituzionale ha dichiarato incostituzionale l’art. 2-bis, l. 13 giugno 1990, n. 146, là dove consente che il codice di autoregolamentazione delle astensioni dalle udienze degli avvocati, nel regolare l’astensione, interferisca con la disciplina della libertà personale. I Giudici costituzionali, dopo aver richiamato la riserva di legge stabilita dall’art. 13, Cost., in materia di libertà personale, ha preso atto che l’art. 2-bis, l. n. 146 del 1990, rimanda a una regola del codice di autoregolamentazione che produce effetti diretti sui termini di custodia cautelare, in violazione della riserva di legge. Di qui l’illegittimità costituzionale dell’art. 2-bis nella parte in cui consente – ossia non preclude - che il codice di autoregolamentazione interferisca con la disciplina legale dei limiti della custodia cautelare.

Leggi dopo