Giurisprudenza commentata

È nulla la rinuncia del lavoratore, ancora in servizio, alla liquidazione del t.f.r.

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Osservazioni |

 

È nulla, ai sensi degli artt. 1418, comma 2, e 1325, c.c., la rinuncia del lavoratore, ancora in servizio, alla liquidazione del t.f.r. Esso costituisce infatti un diritto futuro in quanto, prima che il rapporto sia effettivamente cessato, non può ritenersi entrato nel patrimonio del lavoratore, sicché viene a mancare l'oggetto dell'atto dismissivo, non rilevando gli accantonamenti delle somme già avvenuti, né la vicinanza temporale tra la manifestazione della volontà abdicativa e la cessazione del rapporto di lavoro.

Leggi dopo