Quesiti Operativi

Anticipo TFR a favore del coniuge separato

 

Il datore di lavoro è tenuto a dar seguito alla richiesta di anticipo del TFR, nella misura della metà, a favore dell'ex coniuge (già titolare di assegno di mantenimento) formalizzata nell'accordo di separazione legale a seguito di negoziazione assistita, validato dal Presidente del Tribunale competente, al fine di consentire alla ex coniuge di dar corso ai lavori di ristrutturazione della casa di cui risulta unica proprietaria? E se sì, è sufficiente la produzione dell'accordo di separazione, sottoscritto da ambedue le parti alla presenza dei rispettivi difensori, o l'azienda deve chiedere alla ex coniuge di produrre un'ulteriore documentazione comprovante la finalità per cui l'anticipo viene richiesto?

Leggi dopo