Quesiti Operativi

Aziende artigiane: limiti dimensionali

Quali sono i limiti dimensionali affinché un’impresa possa essere considerata artigiana?

 

L’impresa artigiana non può avere un numero di dipendenti che ecceda:

  • per l’impresa che non lavora in serie: un massimo di 18 dipendenti, compresi gli apprendisti in numero non superiore a 9; il numero massimo dei dipendenti può essere elevato fino a 22 a condizione che le unità aggiuntive siano apprendisti;
  • per l’impresa che lavora in serie, purché con lavorazione non del tutto automatizzata: un massimo di 9 dipendenti, compresi gli apprendisti in numero non superiore a 5; il numero massimo dei dipendenti può essere elevato fino a 12 a condizione che le unità aggiuntive siano apprendisti;
  • per l’impresa che svolge la propria attività nei settori delle lavorazioni artistiche, tradizionali e dell’abbigliamento su misura: un massimo di 32 dipendenti, compresi gli apprendisti in numero non superiore a 16; il numero massimo dei dipendenti può essere elevato fino a 40 a condizione che le unità aggiuntive siano apprendisti;
  • per l’impresa di trasporto: un massimo di 8 dipendenti. Non è previsto l’impiego di apprendisti;
  • per le imprese di costruzioni edili: un massimo di 10 dipendenti, compresi gli apprendisti in numero non superiore a 5; il numero massimo dei dipendenti può essere elevato fino a 14 a condizione che le unità aggiuntive siano apprendisti.

Il superamento dei limiti dimensionali sopra indicati è ammesso fino a un massimo del 20 per cento e per un periodo non superiore a tre mesi nell’anno: il mancato rispetto di tali limiti comporta la perdita della qualifica artigiana.

Leggi dopo