Giurisprudenza commentata

Recidiva prevista dal CCNL come ipotesi di recesso: il giudice deve in ogni caso valutare la gravità del fatto contestato

26 Febbraio 2018 |

Cass. sez. lav.,

Licenziamento disciplinare

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

La previsione da parte della contrattazione collettiva della recidiva, in relazione a precedenti mancanze, come ipotesi di licenziamento non esclude il potere/dovere del giudice di valutare in ogni caso la gravità dell’addebito ai fini della proporzionalità della sanzione espulsiva.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >