Bussola

Diritti sindacali

Sommario

Inquadramento | I diritti sindacali nello Statuto dei lavoratori: Titolo II | Titolo III | Rappresentanze sindacali | Assemblea | Referendum | Dirigenti sindacali | Diritto di affissione | Contributi sindacali | Patto della fabbrica | Riferimenti |

 

Il diritto sindacale trova origine e tutela nell’art. 39, Cost che fissa il principio della libertà sindacale. Nell’ambito del diritto sindacale va ricondotto anche il successivo art. 40 che invece riconosce il diritto di sciopero. Va altresì ricordata la convenzione adottata dalla Conferenza dell’Organizzazione internazionale del lavoro n. 87 del 1948 concernente la libertà sindacale e protezione del diritto sindacale, nonché la n. 98 del 1949 relativa all’applicazione dei principi del diritto di organizzazione e di negoziazione collettiva, entrambe ratificate dalla L. 23 marzo 1958, n. 367. Se da un lato libertà sindacale significa possibilità di associazione e di adesione senza alcuna limitazione, dall’altro l’effettivo esercizio di tale attività all’interno dell’impresa è riconosciuto sulla base di precise regole anche finalizzate a bilanciare un altro diritto costituzionalmente garantito, questa volta a favore dell’impresa, contenuto all’art. 41 Cost. in cui è prevista la libertà di esercizio dell’attività economica. Ai citati articoli 39 e 40, tuttavia, non è stata data una piena attuazione pur avendo comunque il legislatore introdotto una serie di norme volte a sostenere i suddetti principi costituzionali.   Relativamente al diritto di sciopero, la regolamentazione rig...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento