Bussola

Lavoro dipendente e subordinazione

Sommario

Inquadramento | La distinzione tra lavoro autonomo e lavoro subordinato | Le varie forme di lavoro autonomo: distinzioni concettuali e pratiche | Un caso particolare: le CO. CO. CO. | Il potere di controllo del datore di lavoro | Il potere disciplinare | Retribuzione, contribuzione e declaratorie del CCNL di riferimento | Orientamenti a confronto | Casistica più recente e indici di subordinazione | Riferimenti |

 

La natura subordinata del rapporto di lavoro determina, in capo al prestatore, il diritto ad una serie di prerogative e tutele dalle quali, diversamente, sarebbe escluso. In molte circostanze il datore di lavoro simula con il lavoratore una prestazione di lavoro autonomo, al fine di eludere in primis la normativa previdenziale ed, in secundis, quella sulla tutela da licenziamenti illegittimi. Diventano, pertanto, essenziali sia la prova che si svolge innanzi al Giudice del Lavoro, sia la possibilità di dimostrare che le attività svolte sono state etero-dirette o etero-organizzate dal datore di lavoro, quale unico beneficiario della prestazione. Il riconoscimento della subordinazione comporta alcuni diritti tra cui: il versamento dei contributi, la tutela reale o quella obbligatoria, il diritto alle ferie, ai permessi, alla malattia e alla maternità.    

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento