Bussola

Mobbing

08 Agosto 2013 |

Sommario

Abstract | Introduzione | Tipologie di mobbing | Normativa di riferimento | Responsabilità del datore di lavoro e risarcimento del danno | Malattia professionale | Riferimenti |

 

Il termine mobbing comprende tutte quelle condotte vessatorie, reiterate e durature, individuali e collettive, rivolte nei confronti di un lavoratore ad opera di superiori gerarchici, colleghi, sottoposti nei confronti di un superiore o in alcuni casi si tratta di una precisa strategia con il fine di estromettere il lavoratore dall’azienda.
Quindi in base a quanto suddetto, ci sono differenti tipologie di mobbing, in base al soggetto che lo pone in essere. Si parla di mobbing verticale quando avviene per opera di superiori gerarchici; mobbing orizzontale da parte di colleghi; mobbing ascendente da parte di sottoposti ed infine si parla di bossing quando si attua una vera e propria strategia per l’estromissione del lavoratore dall’azienda.
Sul lavoro tale pratica viene condotta con lo scopo di portare la vittima ad abbandonare il posto di lavoro, senza quindi dover ricorrere al licenziamento, possibile solo per giusta causa, a seguito di  ritorsioni per comportamenti non condivisi o per il rifiuto della vittima di sottostare a richieste immorale o illegali.
Per poter parlare di mobbing devono esserci determinate condizioni, come la sua protrazione nel tempo attraverso una pluralità di atti materiali, diretti alla persecuzione o all’emarginazione del dipendente e ...

Leggi dopo