Bussola

Reddito di inclusione

15 Febbraio 2019 |

Sommario

Introduzione | In cosa consiste il REI e per quanto tempo spetta | Quanto spetta | A chi spetta il REI | Presentazione della domanda e iter procedurale | Compatibilità | Sanzioni | Riordino delle altre prestazioni di contrasto alla povertà | Osservazioni conclusive | Riferimenti |

 

Nota   Il REI è adottato come misura di contrasto alla povertà, transitoriamente fino al 31 marzo 2019, in attesa dell’entrata in vigore del Reddito di cittadinanza (RdC). Il testo che segue riflette la normativa in vigore fino al 31 marzo ed è valida per i soggetti che al 1 aprile sono già destinatari di REI e ne mantengono il godimento fino alla scadenza prevista. Dal 1 aprile 2019 si faccia riferimento al Reddito di cittadinanza.     Le diverse misure di contrasto alla povertà adottate negli anni scorsi (l’assegno di disoccupazione ASDI, indirizzato ai soggetti che hanno perso il lavoro ed esaurita la tutela della NASPI, la Carta acquisiti, istituita per aiutare le fasce deboli al pagamento delle bollette delle forniture energetiche e per l’acquisito di beni e servizi e il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) che è una ulteriore misura di contrasto alla povertà) dal 2018, e fino al 31 marzo 2019, sono state unificate in un’unica misura: il Reddito di Inclusione (REI), prevista dalla Legge 15 marzo 2017, n. 33. A decorrere dal 1 aprile 2019 la misura di sostegno è assorbita dal Reddito di cittadinanza (RdC) previsto dal D.L. 28 gennaio 2019, n. 4.   Il REI, in attuazione dell'art. 3 della Costituzione e nel rispetto dei principi della Carta dei diritti fondamentali dell'...

Leggi dopo