Il contratto a termine

 
15 Ottobre 2020 | Rapporto di lavoro | Lavoro a tempo determinato

La forma più comune di contratto di lavoro subordinato è quella a tempo indeterminato. Il contratto a termine, invece, è il contratto di lavoro che prevede un termine finale e, quindi, una durata prestabilita. In linea generale, datore di lavoro e lavoratore possono sottoscrivere un contratto di lavoro a tempo determinato, per lo svolgimento di qualunque tipo di mansione, per una durata massima di 12 mesi. Solo in presenza di determinate condizioni, il contratto a termine può avere una durata fino a 24 mesi. In caso di stipulazione di un contratto di durata superiore a 12 mesi in assenza delle sopra richiamate condizioni, ovvero in caso di superamento del limite massimo di 24 mesi, il contratto si trasforma in contratto a tempo indeterminato.


Leggi dopo