Casi e sentenze

Casi e sentenze

Discriminatorietà del sistema di prenotazione delle sessioni di lavoro dei rider

18 Gennaio 2021 | di Sabrina Apa

Tribunale Bologna

Tribunale Bologna ord. 31 dicembre 2020.pdf

Atti discriminatori

Non può sostenersi che il rider - allo scopo di evitare gli effetti pregiudizievoli della adesione allo sciopero - possa/debba semplicemente cancellare anticipatamente la sessione prenotata, perché così facendo metterebbe la piattaforma in condizioni di sostituirlo...

Leggi dopo

Concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale per l'emergenza epidemiologica da Covid-19

15 Gennaio 2021 | di Sabrina Apa

TAR Lazio, Roma

Cassa Integrazione Guadagni

In tema di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale, il d.l. n. 18/2020, che ha previsto l'erogazione delle prestazioni in oggetto affidando la...

Leggi dopo

Diritto di accesso alla cassa integrazione Covid 19 per ente privato iscritto alla gestione pubblica

14 Gennaio 2021 | di Sabrina Apa

Tribunale Venezia

Cassa Integrazione Guadagni

In tema di diritto di accesso alla cassa integrazione Covid 19 - introdotta dall'art. 22 del d.l. n. 18/2020, cd. decreto Cura Italia, e prorogata con i successivi d.l. nn. 34, 104 e 137 del 2020 (cd, decreti, rispettivamente, Rilancio, Agosto e Ristori) e da ultimo...

Leggi dopo

La natura delle carte di libera circolazione alla luce della nozione di retribuzione

11 Gennaio 2021 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav.

Retribuzione

Le utilità offerte al lavoratore da ricondurre alla nozione di retribuzione sono quelle che risultano intimamente connesse al sinallagma genetico e funzionale del rapporto di lavoro di cui costituiscono un corrispettivo. Il criterio per ritenere retributiva una erogazione è dato pertanto dal rapporto sinallagmatico prestazione/controprestazione propria del rapporto di lavoro....

Leggi dopo

Trattamenti economici previsti dai CCNL stipulati dalle organizzazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative

04 Gennaio 2021 | di Sabrina Apa

Tribunale Roma

CCNL

L'attuazione per via legislativa dell'art. 36 Cost., nella perdurante inattuazione dell'art. 39 Cost., non comporta il riconoscimento di efficacia erga omnes del contratto collettivo...

Leggi dopo

Impugnazione del licenziamento ritorsivo del dirigente

23 Dicembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Vicenza

Licenziamento individuale

Premesso che la legge riserva al lavoratore con qualifica dirigenziale un trattamento migliore rispetto a qualsiasi altro lavoratore subordinato (se non altro per le modalità di calcolo dell’indennizzo dovuto oltre che per il rito accelerato)...

Leggi dopo

Non opponibilità della cessione di ramo d'azienda al lavoratore ed unicità del rapporto di lavoro con il cedente

21 Dicembre 2020 | di Sabrina Apa

Corte appello Trento

Trasferimento d’azienda

In tema di accertamento della nullità/inopponibilità al lavoratore della cessione del contratto di lavoro, in forza della pronuncia dichiarativa, il contratto di lavoro, eliminata la cessione, si ricostituisce in capo al cedente e il cessionario, che non è più tale...

Leggi dopo

Misura dell'indennità risarcitoria per l'illegittimità del licenziamento economico

16 Dicembre 2020 | di Sabrina Apa

Corte appello Torino

Licenziamento economico

L’art. 8 l. n. 604/1966 stabilisce che la misura massima dell’indennità risarcitoria per il licenziamento illegittimo, nell’ambito della tutela obbligatoria, normalmente fissata in 6 mensilità di retribuzione, “può essere maggiorata fino a 10 mensilità per il prestatore....

Leggi dopo

Illegittimità del licenziamento intimato per superamento del periodo di comporto

10 Dicembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Bari

Malattia

Al datore di lavoro è precluso giustificare il recesso, nel successivo giudizio di impugnazione, adducendo ragioni diverse da quelle enunciate nella lettera di licenziamento o comunicate su richiesta del lavoratore, ma può solo dedurre mere circostanze confermative o integrative, che non mutino l’oggettiva consistenza storica dei fatti anzidetti...

Leggi dopo

Rilevanza penale delle condotte di mobbing

04 Dicembre 2020 | di Sabrina Apa

Cass. pen.

Mobbing

Nessuna obiezione sussiste, in astratto, alla riconduzione delle condotte di mobbing nell'alveo precettivo di cui all'art. 612-bis c.p. laddove quella "mirata reiterazione di plurimi atteggiamenti, convergenti nell'esprimere ostilità verso la vittima e preordinati a mortificare e a isolare il dipendente nell'ambiente di lavoro", elaborata dalla giurisprudenza civile come essenza del fenomeno, sia idonea a cagionare uno degli eventi delineati dalla norma incriminatrice.

Leggi dopo

Pagine