Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Legge sulla ‘buona scuola’: non è incostituzionale la corsia preferenziale in sede di assunzione e di piano straordinario di mobilità

25 Luglio 2017 | di La Redazione

Tribunale Matera

Lavoro pubblico

Il differente trattamento riservato alle due categorie di docenti: gli iscritti nelle graduatorie di merito del concorso del 2012 e gli iscritti nelle graduatorie ad esaurimento non è in contrasto con l’art. 3 della Costituzione, trattandosi di apprezzamento che rientra ...

Leggi dopo

Dirigente sanitario universitario e trattamento economico accessorio: rilevano le funzioni

24 Luglio 2017 | di La Redazione

Tribunale Roma

Lavoro pubblico

Anche per il dirigente sanitario universitario, nonostante la soggezione alla lex specialis stabilita dai decreti legislativi nn. 502/1992 e 517/1999, vale il principio generale stabilito in materia di dirigenza pubblica ...

Leggi dopo

Lavoratore utilizzato temporaneamente presso sede diversa da quella di servizio e questioni di competenza

20 Luglio 2017 | di La Redazione

Tribunale Bari

Lavoro pubblico

Per le controversie relative ai rapporti di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni, la circostanza che il lavoratore sia utilizzato temporaneamente presso sede diversa da quella di servizio ...

Leggi dopo

È inammissibile il reclamo in appello del rito Fornero col quale si censurino fatti diversi da quelli oggetto del primo grado

19 Luglio 2017 | di La Redazione

Appello Potenza

Processo del lavoro - primo grado

Deve ritenersi inammissibile perché non rispondente ai canoni di legge, il reclamo in appello formulato nell’ambito del Rito c.d. Fornero nel quale la società, già risultata soccombente, censuri un fatto diverso da quello oggetto del giudizio di primo grado ...

Leggi dopo

Whatsapp e datore: è legittimo il recesso intimato con questa app

18 Luglio 2017 | di La Redazione

Tribunale Catania

Licenziamento individuale

Il recesso intimato mediante “whatsapp” appare idoneo ad assolvere ai requisiti formali in esame, in quanto la volontà di licenziare è stata comunicata per iscritto alla lavoratrice in maniera inequivoca ...

Leggi dopo

Controlli del datore su computer aziendale in dotazione al lavoratore nel rispetto della Privacy

17 Luglio 2017 | di La Redazione

Appello Torino

Privacy

Il datore di lavoro può effettuare dei controlli mirati (direttamente o attraverso la propria struttura) al fine di verificare il corretto utilizzo degli strumenti di lavoro (cfr. artt. 2086, 2087 e 2104 c.c.), tra cui i pc aziendali. Nell’esercizio di tale prerogativa, occorre tuttavia rispettare la libertà e la dignità dei lavoratori, ...

Leggi dopo

Anche alle società in house si estende il divieto di conversione dei contratti a termine

14 Luglio 2017 | di La Redazione

Appello Napoli

Lavoro pubblico

Il divieto nelle pubbliche amministrazioni di operare la conversione dei contratti a termine, deve estendersi anche a società in house, fermo restando, invece, in entrambi i casi il diritto al risarcimento del danno ...

Leggi dopo

Ancora sul licenziamento ontologicamente disciplinare e sull’applicazione del rito Fornero

13 Luglio 2017 | di La Redazione

Tribunale Bari

Licenziamento individuale

Deve essere considerato licenziamento disciplinare, per il quale devono operare le garanzie previste dal secondo e terzo comma dell’art. 7 Stat. Lav. per la contestazione dell'addebito e l'esercizio del diritto di difesa, ogni licenziamento che sia motivato dal datore di lavoro ...

Leggi dopo

Se il fatto è compiuto nella sua qualità ufficiale nessuna azione disciplinare al lavoratore

11 Luglio 2017 | di La Redazione

Tribunale Roma

Lavoro pubblico

Il combinato disposto degli artt. art. 7 D.lgs. n. 215/2003, nonché artt. 55 D.lgs. n. 165/2001 e 2106 c.c. deve essere interpretato nel senso che non può essere esercitata l'azione disciplinare nei confronti del coordinatore dell’UNAR - Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali, quale organismo indipendente - per un fatto da questi ...

Leggi dopo

Rapporto di lavoro e indizi della natura subordinata del rapporto

10 Luglio 2017 | di La Redazione

Appello Salerno

Licenziamento individuale

Quando il carattere distintivo essenziale del rapporto di lavoro subordinato - vale a dire il vincolo di soggezione del lavoratore al potere organizzativo e disciplinare del datore di lavoro - non sia agevolmente apprezzabile in relazione al concreto atteggiarsi del rapporto esaminato, occorre verificare se nell’impianto probatorio delineatosi siano individuabili altri criteri complementari e sussidiari (come quelli della collaborazione, della continuità delle prestazioni ...

Leggi dopo

Pagine