Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Sulla codatorialità di due società dello stesso gruppo nei confronti di un lavoratore e condanna in solido al pagamento di differenze retributive

15 Ottobre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Firenze

Obblighi del datore di lavoro

Il Tribunale di Firenze ha accertato la codatorialità di due società dello stesso gruppo industriale nei confronti di un lavoratore e le ha condannate in solido al pagamento di differenze retributive...

Leggi dopo

Scuola: laurea e 24 CFU non sono titolo abilitante per l'inserimento in II fascia delle graduatorie d'istituto

12 Ottobre 2020 | di Marta Filippi

Tribunale Frosinone

Concorso pubblico

In tema di accesso alla seconda fascia delle graduatorie d'istituto riservate al personale abilitato o in possesso di specifica idoneità all'insegnamento conseguita a seguito di concorsi e titoli e/o esami anche ai soli fini abilitanti, il possesso di una laurea magistrale e dei 24 CFU, in settori formativi psicoantropo-pedagogici e nelle metodologie didattiche, non può ritenersi titolo abilitante tale da legittimarne l'inserimento...

Leggi dopo

Pagamento della CIG in deroga per emergenza epidemiologica Covid-19

06 Ottobre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Viterbo

Cassa Integrazione Guadagni

L'art. 22, comma 4, d.l. n. 18/2020 recante “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da Covid-19” prevede che siano le Regioni a concedere i trattamenti...

Leggi dopo

Manifesta insussistenza degli estremi del giustificato motivo oggettivo

06 Ottobre 2020 | di Sabrina Apa

Corte d'appelllo Milano

Corte appello Milano 23 luglio 2020, n. 473.pdf

Licenziamento economico

Per descrivere meglio la nozione di manifesta insussistenza degli estremi del g.m.o. - ormai pacificamente vagliabile in rapporto ai due fondamentali snodi in cui si esprime quel tipo di prerogativa di recesso – spiccano definizioni, tra le tante come “evidente e facilmente verificabile” assenza di (almeno uno) dei presupposti giustificativi del recesso e che, al riguardo, non si possa trattare di una evidenza che emerge dagli atti e/o da qualche altro appiglio logico o istruttorio embrionale...

Leggi dopo

Professore universitario nominato segretario e collocamento in aspettativa con assegni

28 Settembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Bari

Retribuzione

Il giudice richiama la pronuncia del Tar Bari, secondo cui “...l'onere economico per il pagamento degli assegni inerenti allo status di professore universitario, grava sugli atenei di appartenenza, attesa l'intima correlazione tra l'aspettativa - che al pari di congedo, distacco e fuori ruolo, non interrompe il rapporto di servizio (ma solo quello d'ufficio) - e gli assegni a questo correlato...

Leggi dopo

Efficacia della proroga del contratto a termine

25 Settembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Milano

Lavoro a tempo determinato

In tema di contratti a termine, per il Tribunale di Milano (sez. lav., 22 giugno 2020, n. 797), non rileva il momento della stipula della proroga ma quello in cui la stessa “produce i suoi effetti”. Di conseguenza, aderendo alla tesi del foro lombardo, un contratto in scadenza oltre il 31 dicembre 2020 non può essere prorogato senza causale ex art. 8 d.l. agosto (anche stipulando la proroga prima di detta data).

Leggi dopo

Pensione di reversibilità e sorella superstite divorziata

23 Settembre 2020 | di Antonino Sgroi

Corte conti

Pensioni di reversibilità

La sezione regionale della Corte dei conti delle Marche, nella sentenza che si annota, accerta il diritto alla pensione di reversibilità in capo a sorella di lavoratore defunto, dipendente in servizio della provincia autonoma di Trento...

Leggi dopo

Criteri di scelta nel licenziamento per giustificato motivo oggettivo

21 Settembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Trento

Licenziamenti collettivi

Al di fuori della fattispecie dei licenziamenti collettivi non è vincolante l'applicazione congiunta di tutti e tre i criteri legali previsti dall'art. 5, comma 1, l. n. 223/1991. Secondo il canone di correttezza e buona fede, che il datore di lavoro deve osservare nell'individuazione dei lavoratori da licenziare, si può concretizzare anche in altri parametri, purché non arbitrari ed improntati a razionalità e graduazione delle posizioni dei lavoratori interessati.

Leggi dopo

Diritto di astensione dal lavoro nelle festività infrasettimanali e contrattazione di prossimità

14 Settembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Milano

Contratti di prossimità

Non sussiste un obbligo "generale" a carico dei lavoratori di effettuare la prestazione nei giorni destinati ex lege per la celebrazione di ricorrenze civili o religiose e sono nulle le clausole della contrattazione collettiva che prevedono tale obbligo...

Leggi dopo

Spettanza del diritto di indire le assemblee retribuite

01 Settembre 2020 | di Sabrina Apa

Corte appello Napoli

RSA - RSU

Comparando il Testo Unico sulla rappresentanza (Confindustria - Cigl, Cisl e Uil) del 10 gennaio 2014 con l’Accordo Interconfederale del 1993 sulle RSU, è possibile desumere dal suddetto Testo Unico del 2014 che il diritto di indire l’assemblea per 7 delle 10 ore previste dall’art. 20 l. n. 300 del 1970 compete alle RSU a maggioranza...

Leggi dopo

Pagine