Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito su Ius variandi

Vicedirettore demansionato: risarciti i danni da forzata inattività

22 Settembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Roma

Ius variandi

In assenza di allegazione e prova di modifiche degli assetti organizzativi aziendali tali da incidere sulla posizione della lavoratrice con conseguente assegnazione delle mansioni appartenenti ...

Leggi dopo

Pretesa del lavoratore ad un inquadramento categoria superiore o più elevata qualifica professionale

11 Maggio 2017 | di La Redazione

Appelo l’Aquila

Ius variandi

Se è vero che l'attribuzione della qualifica corrispondente alle mansioni di fatto svolte corrisponde ad un diritto del lavoratore di natura non patrimoniale, tutelato in via autonoma dall'ordinamento (in relazione ai limiti dei poteri dell'imprenditore,...

Leggi dopo

Svolgimento mansioni superiori senza mutamento effettivo: retribuzione

10 Aprile 2017 | di La Redazione

Appello Potenza

Ius variandi

Deve essere rigettata la richiesta del lavoratore di ottenere una più elevata retribuzione in carenza del presupposto dell’adibizione a mansioni di contenuto superiore quando l’attribuzione di un nuovo inquadramento sia la conseguenza di una mera ricollocazione in soli tre livelli di personale precedentemente inquadrato ...

Leggi dopo

Inesatto adempimento e demansionamento: onere della prova al datore

03 Aprile 2017 | di La Redazione

Tribunale Roma

Ius variandi

In tema di demansionamento, allorquando da parte di un lavoratore sia allegata una dequalificazione o venga dedotto un demansionamento riconducibili ad un inesatto adempimento dell'obbligo gravante sul datore di lavoro ai sensi dell'art. 2103 c.c. è su quest'ultimo che incombe l'onere di provare l'esatto adempimento del suo obbligo ...

Leggi dopo

Riconoscimento mansioni superiori: il procedimento del giudice in tre fasi

06 Ottobre 2016 | di La Redazione

Appello Potenza

Ius variandi

In tema di riconoscimento di qualifica superiore, il procedimento logico-giuridico che il giudice è tenuto a seguire si snoda in tre fasi successive: deve accertare in fatto le attività lavorative in concreto svolte; deve individuare le qualifiche e i gradi ...

Leggi dopo

Danno da dequalificazione professionale e condanna al risarcimento

08 Marzo 2016 | di La Redazione

Tribunale Chieti

Ius variandi

In tema di demansionamento illegittimo, ove venga accertata l'esistenza di un comportamento contrario all'art. 2103 cod. civ., il giudice di merito, oltre a sanzionare l'inadempimento dell'obbligo contrattualmente assunto dal datore di lavoro con la condanna al risarcimento del danno, può emanare una pronuncia di adempimento in forma specifica ...

Leggi dopo

Mansioni e nuova disciplina Jobs act: quando si applica?

26 Novembre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Ravenna

Ius variandi

In tema di jus variandi, la nuova normativa ex art. 2103 c.c. (nel testo modificato dal D.lgs. 81/2015) non si applica laddove il demansionamento si sia prodotto nel vigore della legge precedente: il fatto che segna il discrimine tra una normativa e l'altra è proprio il prodursi del demansionamento ...

Leggi dopo

Mansioni: la nuova disciplina Jobs act si applica ai rapporti in corso

09 Ottobre 2015 | di La Redazione

Tribunale Roma

Ius variandi

La nuova disciplina legislativa dello jus variandi si applica anche ai rapporti di lavoro già in corso alla data della sua entrata in vigore ed ha rilevanza rispetto a mutamenti di mansioni disposti prima dell’entrata in vigore del d. lgs. n. 81 del 2015

Leggi dopo