Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito su Licenziamento disciplinare

Licenziamento disciplinare in assenza di preventiva contestazione e applicazione della tutela reintegratoria

10 Dicembre 2018 | di Sabrina Apa

Tribunale Bari, sez. lav., ord.

Licenziamento disciplinare

In tema di licenziamento disciplinare intimato senza preventiva contestazione scritta, la Suprema Corte ha affermato che "il radicale difetto di contestazione dell'infrazione determina l’inesistenza dell’intero procedimento, e non solo l'inosservanza delle norme che lo disciplinano, con conseguente applicazione della tutela reintegratoria, di cui al comma 4 dell’art. 18, l. n. 300 del 1970, come modificato dalla l. n. 92 del 2012”...

Leggi dopo

Giusta causa di licenziamento e insussistenza del fatto contestato

22 Novembre 2018 | di Sabrina Apa

Tribunale Roma, sez. lav., ord.

Licenziamento disciplinare

La Cassazione ha più volte precisato come, per stabilire in concreto l'esistenza di una giusta causa di licenziamento - che deve rivestire il carattere di grave negazione degli elementi essenziali del rapporto di lavoro ed in particolare di quello fiduciario - occorra valutare, da un lato, la gravità dei fatti addebitati al lavoratore, in relazione alla portata oggettiva e soggettiva dei medesimi, alle circostanze nelle quali sono stati commessi ed all'intensità dell'elemento intenzionale, dall'altro, la proporzionalità fra tali fatti e la sanzione inflitta, stabilendo se la lesione dell'elemento fiduciario su cui si basa la collaborazione del prestatore di lavoro sia in concreto tale da giustificare o meno la massima sanzione disciplinare.

Leggi dopo

Riduzione del personale e criteri di scelta

03 Settembre 2018 | di Sabrina Apa

Tribunale Roma, sez. lav.

Licenziamento disciplinare

È qui condiviso l'insegnamento di legittimità che la cd. “platea” dei licenziabili, che in linea di principio deve investire l'intero complesso aziendale, può tuttavia essere ristretta ad una (o più) unità produttive, se il progetto di ristrutturazione aziendale, quale individuato dalla comunicazione di apertura...

Leggi dopo

L'intervenuta sentenza penale non costituisce fatto nuovo per una nuova contestazione disciplinare

17 Aprile 2018 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Bari

Licenziamento disciplinare

Non è possibile per il datore di lavoro sanzionare due (o più) volte una identica condotta concretamente già contestata, a seguito di una diversa valutazione e/o configurazione giuridica della condotta medesima.

Leggi dopo

Legittimo il licenziamento in tronco se il dipendente patteggia e il CCNL prevede solo la condanna penale

29 Marzo 2018 | di Daniela Fargnoli

Appello l'Aquila

Licenziamento disciplinare

Qualora il contratto collettivo di lavoro preveda l'applicazione della sanzione disciplinare del licenziamento nell'ipotesi di condanna penale del dipendente, la stessa può essere comminata anche nei confronti del dipendente verso il quale sia intervenuta una sentenza ...

Leggi dopo

110 sanzioni disciplinari: è licenziamento per scarso rendimento

14 Marzo 2018 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Bologna

Licenziamento disciplinare

Le gravi condotte tenute dal lavoratore, anche con danno per la società, come risultanti dalle numerose sanzioni disciplinari, per la loro frequenza e ripetitività, rivestono notevole incidenza sia sul rendimento che sulla regolarità del servizio e legittimano il licenziamento per giusta causa ...

Leggi dopo

Inefficaci i licenziamenti irrogati in violazione dell'art. 14 dell'Accordo interconfederale del 1966

05 Marzo 2018 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Taranto

Licenziamento disciplinare

Le condotte aziendali consistite nell’aver disposto la immediata efficacia dei licenziamenti comminati in violazione delle previsioni di cui all’all’art. 14 dell’Accordo interconfederale 18 aprile 1966 (secondo il quale i soggetti sindacali tutelati “non possono essere licenziati …” senza il previsto nulla-osta ovvero comunque senza l’espletamento della procedura) si configurano come antisindacali ...

Leggi dopo

Lieve ritardo (con preavviso) e fatto materiale contestato: il licenziamento è illegittimo

18 Gennaio 2018 | di Daniela Fargnoli

Appello l'Aquila

Licenziamento disciplinare

La condotta posta a base del licenziamento disciplinare non può risolversi in un fatto materiale che non sia giuridicamente qualificabile come inadempimento agli obblighi derivanti dal rapporto di lavoro (si pensi, ad esempio, all’ipotesi in cui l’inadempimento esiste nella sua materialità ma sia determinato da impossibilità della prestazione

Leggi dopo

L’omessa affissione del codice disciplinare non rileva per condotte immediatamente percepibili come illecite

13 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Licenziamento disciplinare

In tutti i casi nei quali il comportamento sanzionatorio sia immediatamente percepibile dal lavoratore come illecito, perché contrario al cosiddetto minimo etico o a norme di rilevanza penale, non è necessario provvedere alla pubblicità del codice disciplinare, in quanto il lavoratore ben può rendersi conto, ...

Leggi dopo

Svolgimento di attività in proprio in violazione delle procedure aziendali: è legittimo il licenziamento in tronco

27 Ottobre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Chieti

Licenziamento disciplinare

È legittimo il licenziamento per giusta causa irrogato al dipendente che, all’insaputa della società, si offra per svolgere attività di montaggio e trasporto dei beni commerciati dalla società, lasciando il proprio telefonino ai clienti e richiedendo compensi aggiuntivi ...

Leggi dopo

Pagine