Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Nullità del ricorso ex art. 414, III comma c.p.c. e onere di determinazione dell’oggetto della domanda

20 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Chieti

Processo del lavoro - primo grado

L'onere della determinazione dell'oggetto della domanda, fissato a pena di nullità dall'art. 414, n. 3, c.p.c., deve ritenersi osservato, con riguardo alla richiesta di pagamento di spettanze retributive, qualora l'attore indichi i relativi titoli, ...

Leggi dopo

Diritto all'inserimento in una graduatoria ad esaurimento: la giurisdizione si determina in base al “petitum” sostanziale dedotto in giudizio

17 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Chieti

Lavoro pubblico

Al fine di individuare il giudice munito di giurisdizione in relazione alle controversie concernenti il diritto all'inserimento in una graduatoria ad esaurimento (già permanente), occorre avere riguardo al “petitum” sostanziale ...

Leggi dopo

Dichiarazione di fallimento e accordi in deroga alla disciplina dell'art. 2112 c.c.: validi in quanto conformi alla legislazione comunitaria

16 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Chieti

Trasferimento d’azienda

In caso di dichiarazione di fallimento, gli accordi in deroga alla disciplina dell’art. 2112 c.c., che ha sostanzialmente recepito l’art. 3 della direttiva 2001/23, sono perfettamente conformi alla legislazione comunitaria e dalla stessa consentiti. In base alla disciplina dettata dalla direttiva comunitaria, infatti, la distinzione tra procedure liquidatorie e procedure conservative può assumere rilevanza ...

Leggi dopo

Allegato l’inadempimento spetta al datore di lavoro la prova dell’avvenuto pagamento

14 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Chieti

Retribuzione

Deve essere accolta la domanda del lavoratore di condanna al pagamento della retribuzione e delle spettanze di fine rapporto ben potendo desumersi la prova di tali richieste dalle comunicazioni obbligatorie Unilav, dalle buste paga e dall’estratto conto previdenziale, ...

Leggi dopo

L’omessa affissione del codice disciplinare non rileva per condotte immediatamente percepibili come illecite

13 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Licenziamento disciplinare

In tutti i casi nei quali il comportamento sanzionatorio sia immediatamente percepibile dal lavoratore come illecito, perché contrario al cosiddetto minimo etico o a norme di rilevanza penale, non è necessario provvedere alla pubblicità del codice disciplinare, in quanto il lavoratore ben può rendersi conto, ...

Leggi dopo

Eterodirezione e stabile inserimento nell’organizzazione aziendale

10 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Lavoro dipendente e subordinazione

Spetta a chi chieda accertarsi la natura subordinata del rapporto di collaborazione allegare e provare, elementi idonei a configurare il dedotto vincolo di subordinazione, ovverosia non solo la connessione funzionale della propria attività con l'attività di impresa, che della collaborazione rappresenta elemento indefettibile,...

Leggi dopo

La decadenza dall’impugnativa del licenziamento preclude l’accertamento giudiziale dell’illegittimità del recesso

09 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Chieti

Licenziamento individuale

L'art. 6 della l. n. 604 del 1966, come modificato dall'art. 32 della l. n. 183 del 2010, che prevede il termine di decadenza di sessanta giorni per l'impugnazione stragiudiziale del licenziamento, cui deve seguire a pena di inefficacia il deposito del ricorso giurisdizionale ...

Leggi dopo

Legge "buona scuola", non è il punteggio che determina il posto in cui avviene l’assunzione ma l’ordine delle preferenze espresse

08 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Matera

Lavoro pubblico

Applicando la procedura nazionale descritta dai commi 100 e 101 è ben possibile che potendo esprimere ciascuno degli interessati ben 100 preferenze tra province e ambiti territoriali, si determinino situazioni in cui taluno degli interessati veda un altro beneficiario che ottiene un posto in una provincia, ...

Leggi dopo

Appalto di opere e servizi: è competente il Giudice del luogo della dipendenza aziendale anche per la domanda contro il committente

06 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Chieti

Appalto

In tema di appalto di opere e servizi, il lavoratore che agisca contro l'appaltatore ed il committente, facendo valere, nei confronti di quest'ultimo, la responsabilità solidale con il primo ai sensi dell'art. 29, comma 2, del d.lgs. n. 276 del 2003, può adire il giudice del luogo ove si trova la dipendenza aziendale ...

Leggi dopo

Pubblico impiego privatizzato ed utilizzo abusivo di contratti a termine: si solo al risarcimento

02 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Appello Bari

Lavoro pubblico

Se l’abuso ultratriennale, riferito a supplenze su organico di diritto, maturato nel periodo tra il 10 luglio 2001 e la proposizione della domanda giudiziaria, venga accertato nel processo e non risulti sanato mediante stabilizzazione o sanabile allo stesso modo ...

Leggi dopo

Pagine