Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Legittimazione a negoziare del sindacato

24 Giugno 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Roma, sez. lav.

RSA - RSU

La previsione del quarto comma dell'articolo 39 della Costituzione, nel riconoscere ai sindacati il diritto alla contrattazione non lo fa in modo assoluto ma lo limita solo a quelli che hanno raggiunto una consistenza associativa - chiarita nell'inciso “rappresentati unitariamente in proporzione dei loro iscritti”- ; un concetto, questo, che è stato destinatario di una disciplina in evoluzione...

Leggi dopo

Ripartizione dell'onere probatorio nel licenziamento orale

21 Giugno 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Bari, sez. lav.

Licenziamento individuale

Il lavoratore, che agisca in giudizio per la dichiarazione dell’illegittimità di un licenziamento, ha l’onere di provare l'esistenza del licenziamento medesimo - e non la sola circostanza della cessazione di fatto del rapporto -, spettando al datore di lavoro la prova della giusta causa o del giustificato motivo...

Leggi dopo

Esercizio della clausola di gradimento

17 Giugno 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Reggio Calabria, sez. lav.

Appalto

In linea di principio, l'esercizio della cd. clausola di gradimento da parte del datore di lavoro deve pur sempre essere soggetta a valutazione nell'ottica dei principi generali di correttezza e buona fede ex artt.1175, 1375 c.c., non potendo certo tradursi detto gradimento in mero ed ingiustificato arbitrio in danno di un lavoratore.

Leggi dopo

Impugnazione del licenziamento intimato dal somministratore e decadenza

17 Giugno 2019 | di Sabrina Apa

Corte appello Milano, sez. lav.

Impugnazione del licenziamento

La Corte di Cassazione, nell'esaminare il secondo comma dell'art. 27, d.lgs. n. 276 del 2003, ha precisato che -“Tutti gli atti compiuti dal somministratore per la costituzione o la gestione del rapporto, per il periodo durante il quale la somministrazione ha avuto luogo, si intendono come compiuti dal soggetto che ne ha effettivamente utilizzato la prestazione”-, “pur rievocando al primo comma, il vecchio meccanismo sanzionatorio della l. n. 1369 del 1960...

Leggi dopo

Le co.co.org.: tra rapporto di lavoro subordinato e collaborazione coordinata e continuativa

14 Giugno 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Roma, sez. lav.

Lavoro autonomo

Le co.co.org. non modificano, in senso espansivo, l'area della subordinazione ma restano nell'area del lavoro parasubordinato, assimilato, quanto alla disciplina del rapporto, al lavoro subordinato. Tale conclusione si ricava dalla considerazione che se fosse vero che le co.co.org. allargano la fattispecie del 2094 c.c...

Leggi dopo

Il risarcimento del lavoratore nel caso di conversione del contratto a tempo determinato

10 Giugno 2019 | di La Redazione

Corte appello Roma sez. lav.,

Lavoro a tempo determinato

L'indennità prevista dal comma 5 dell'art. 32, l. n. 183 del 2010 (nel significato chiarito dal comma 13 dell'art. 1, l. n. 92 del 2012) è applicabile a qualsiasi ipotesi di ricostituzione del rapporto di lavoro avente in origine un termine illegittimo e, dunque, anche nel caso di condanna del datore di lavoro...

Leggi dopo

Decorrenza della prescrizione in materia di crediti da lavoro subordinato

10 Giugno 2019 | di Sabrina Apa

Corte appello Milano, sez. lav.

Prescrizione e decadenze

La decorrenza o meno della prescrizione nel corso del rapporto di lavoro va verificata con riguardo al concreto atteggiarsi del medesimo in relazione all'effettiva esistenza di una situazione psicologica di “metus” del lavoratore, e non già alla stregua della diversa normativa garantistica che...

Leggi dopo

Conciliazione sindacale e relativa inoppugnabilità

06 Giugno 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Roma, sez. lav.

Diritti sindacali

La ratio dell'art. 412-ter, c.p.c., è quella di assicurare, anche attraverso l'individuazione della sede e delle modalità procedurali, la pienezza di tutela del lavoratore in considerazione dell'incidenza che ha la conciliazione sindacale sui suoi diritti inderogabili e dell'inoppugnabilità della stessa...

Leggi dopo

Il superminimo è soggetto al principio dell'assorbimento

04 Giugno 2019 | di La Redazione

Tribunale Milano, sez. lav.

Retribuzione

Il cosiddetto superminimo, ossia l'eccedenza retributiva rispetto ai minimi tabellari, individualmente pattuito tra datore di lavoro e lavoratore, è soggetto al principio dell'assorbimento, nel senso che, in caso di riconoscimento del diritto del lavoratore a superiore qualifica...

Leggi dopo

Conciliazione sindacale e relativa inoppugnabilità

03 Giugno 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Roma, sez. III lav.

Diritti sindacali

La ratio dell'art. 412-ter, c.p.c., è quella di assicurare, anche attraverso l'individuazione della sede e delle modalità procedurali, la pienezza di tutela del lavoratore in considerazione dell'incidenza che ha la conciliazione sindacale sui suoi diritti inderogabili e dell'inoppugnabilità della stessa...

Leggi dopo

Pagine