Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Riconoscimento del diritto del lavoratore alla qualifica superiore e assorbimento del superminimo individuale

16 Luglio 2018 | di Sabrina Apa

Tribunale Torino

Retribuzione

Deve essere condivisa la giurisprudenza della Corte di Cassazione secondo cui “nel rapporto di lavoro subordinato, ove le parti pattuiscano un emolumento aggiuntivo ed integrativo della retribuzione (cosiddetto superminimo individuale)...

Leggi dopo

Lavoratore assente per malattia e riorganizzazione aziendale

12 Luglio 2018 | di Sabrina Apa

Tribunale Monza, ord.

Licenziamento economico

Irrilevante è la circostanza che il ricorrente durante la gestione del piano di incentivazione fosse in una malattia. Tale istituto determina la sospensione unilaterale del rapporto di lavoro, ma la relativa posizione lavorativa continua ad esistere nell'organizzazione aziendale...

Leggi dopo

Diritti delle persone con disabilità nei luoghi di lavoro e disciplina degli accomodamenti ragionevoli

11 Luglio 2018 | di Sabrina Apa

Tribunale Bari, sez. lav.

Disabili

Una tutela piena dei soggetti deboli - e, in particolare dei portatori di handicap gravi - richiede, oltre alle necessarie prestazioni sanitarie e di riabilitazione, anche la cura, l'inserimento sociale e, soprattutto, la continuità delle relazioni costitutive della personalità umana...

Leggi dopo

Il bilanciamento fra la tutela del familiare disabile del lavoratore e le esigenze economiche ed organizzative del datore di lavoro

11 Luglio 2018 | di Sabrina Apa

Tribunale Bari, sez. lav.

Disabili

L'art. 33, comma 5, l. n. 104 del 1992, deve essere interpretato nel senso che il diritto del familiare lavoratore dell'handicappato di scegliere la sede più vicina al proprio domicilio e di non essere trasferito ad altra sede senza il suo consenso, non è assoluto o illimitato...

Leggi dopo

Onere di impugnazione della cessione del contratto di lavoro

10 Luglio 2018 | di Sabrina Apa

Corte d'appello Venezia

Trasferimento d’azienda

L’art. 32, comma 4, l. n. 183 del 2010 riguarda l’impugnazione della cessione del contratto di lavoro avvenuta ai sensi dell’art. 2112. L’interpretazione della norma deve essere letterale, posto che le norme in materia di decadenza sono di natura eccezionale...

Leggi dopo

Trasferimento d'azienda e prosecuzione del rapporto di lavoro

10 Luglio 2018 | di Sabrina Apa

Corte d'appello Venezia

Trasferimento d’azienda

L’accordo sindacale di cui all'art. 47, comma 5, l. n. 428 del 1990, realizza un effetto dispositivo dei diritti individuali, autorizzato dalla legge, che abilita l’autonomia collettiva a rimuovere un quadro legale altrimenti inderogabile...

Leggi dopo

Le variazioni retributive alla luce del principio di cui all'art. 36 Cost.

09 Luglio 2018 | di Sabrina Apa

Tribunale Torino

Retribuzione minima

Il principio sancito all'art. 36 Cost. costituisce un fondamentale punto di riferimento (non solo per il legislatore, ma) anche per la contrattazione collettiva ed un indubbio limite alla possibilità di derogare in senso peggiorativo al trattamento retributivo precedente che autorizza un controllo giudiziale al riguardo...

Leggi dopo

Rapporto tra variazione retributiva e diritti quesiti

09 Luglio 2018 | di Sabrina Apa

Tribunale Torino

Retribuzione minima

“Il lavoratore non può pretendere di mantenere come definitivamente acquisito al suo patrimonio un diritto derivante da una norma collettiva non più sussistente, perché caducata o sostituita da altra successiva”. Per poter configurare una tale pretesa del lavoratore è necessario...

Leggi dopo

Soppressione dell'area produttiva e reintegrazione del lavoratore

06 Luglio 2018 | di Sabrina Apa

Tribunale Roma

Licenziamento economico

La giurisprudenza di legittimità ha ripetutamente statuito che “L'ordine di reintegrazione nel posto di lavoro emanato dal giudice nel sanzionare un licenziamento illegittimo esige che il lavoratore sia in ogni caso ricollocato nel posto di lavoro da ultimo occupato...

Leggi dopo

Fruizione del congedo parentale ed uso conforme ai bisogni del familiare assistito

05 Luglio 2018 | di Sabrina Apa

Tribunale Roma

Congedi parentali

Secondo il comma 5-bis d.lgs. n. 151 del 2001, il congedo fruito ai sensi del comma 5 non può superare la durata complessiva di due anni per ciascuna persona portatrice di handicap e nell'arco della vita lavorativa...

Leggi dopo

Pagine