Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Sui tre requisiti della parasubordinazione: continuità, coordinazione e personalità

05 Dicembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Chieti

CO.CO.CO.

Perché sia configurabile un rapporto di cosiddetta parasubordinazione ai sensi dell'art. 409 n. 3 cod. proc. civ., devono sussistere i seguenti tre requisiti: la continuità, che ricorre quando la prestazione non sia occasionale ma perduri nel tempo ed importi un impegno costante ...

Leggi dopo

La risoluzione consensuale del rapporto di lavoro è valida solo se vi è stata la convalida

30 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Appello Potenza

Accordo consensuale risoluzione rapporto di lavoro

A partire dall’entrata in vigore della legge n. 92 del 2012 la risoluzione per mutuo consenso di un rapporto di lavoro non può validamente avvenire senza le forme dell’art. 4, comma 17 atteso che si tratta proprio di una norma introdotta al fine di evitare licenziamenti ...

Leggi dopo

La facoltà di disdetta del CCNL spetta solamente alle parti sindacali e non ai singoli lavoratori o datori di lavoro

29 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Appello Torino

CCNL

Con riguardo al contratto collettivo nazionale, la facoltà di disdetta spetta unicamente alle parti stipulanti e quindi alle organizzazioni sindacali ed alle associazioni datoriali che hanno sottoscritto il contratto; non spetta, invece, al singolo lavoratore ...

Leggi dopo

L’azione di accertamento dell’assunzione presso l’azienda subentrante non rientra nella decadenza

28 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Vallo della Lucania

Appalto

Nell'ipotesi di cambio di gestione dell’appalto con passaggio dei lavoratori all’impresa nuova aggiudicatrice, la conseguente azione per l’accertamento e la dichiarazione del diritto di assunzione del lavoratore presso l'azienda subentrante non è assoggettata al termine ...

Leggi dopo

Successione nell’appalto di servizi e concreta verifica del trasferimento d’azienda

27 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Appello Potenza

Appalto

In caso di successione di un imprenditore ad un altro in un appalto di servizi non esiste un diritto dei lavoratori licenziati dall’appaltatore cessato al trasferimento automatico all’impresa subentrante, ma occorre accertare in concreto che vi sia stato un trasferimento d’azienda ex art. 2112 c.c. ...

Leggi dopo

Licenziato in prova e jobs act: è tutela indennitaria

24 Novembre 2017 | di La Redazione

Tribunale Roma

Jobs act

In regime di «tutele crescenti», il lavoratore licenziato in prova, in assenza di un valido patto o a periodo ormai spirato, non ha diritto alla reintegrazione bensì alla sola tutela indennitaria maggiore, pari a 4 mensilità di retribuzione nelle aziende con ...

Leggi dopo

È illegittimo il criterio di scelta che porta al licenziamento dei lavoratori più costosi

23 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Roma

Licenziamenti collettivi

Nell'ambito di una procedura collettiva e non individuale, la società ben avrebbe potuto legittimamente proporre ai lavoratori di rinunciare a parte dei loro diritti "economici", pur trattandosi di diritti "minimi", senza per questo commettere alcuna estorsione ...

Leggi dopo

È valida la compensazione del TFR con crediti di lavoro trattandosi di compensazione impropria

21 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Trattamento di fine rapporto

La compensazione del tfr con crediti del datore di lavoro, deve ritenersi legittima, posto che il divieto previsto dall'art. 1246, n. 3, c.c., in relazione ai crediti impignorabili, opera solamente con riguardo alla compensazione "propria",

Leggi dopo

Nullità del ricorso ex art. 414, III comma c.p.c. e onere di determinazione dell’oggetto della domanda

20 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Chieti

Processo del lavoro - primo grado

L'onere della determinazione dell'oggetto della domanda, fissato a pena di nullità dall'art. 414, n. 3, c.p.c., deve ritenersi osservato, con riguardo alla richiesta di pagamento di spettanze retributive, qualora l'attore indichi i relativi titoli, ...

Leggi dopo

Diritto all'inserimento in una graduatoria ad esaurimento: la giurisdizione si determina in base al “petitum” sostanziale dedotto in giudizio

17 Novembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Chieti

Lavoro pubblico

Al fine di individuare il giudice munito di giurisdizione in relazione alle controversie concernenti il diritto all'inserimento in una graduatoria ad esaurimento (già permanente), occorre avere riguardo al “petitum” sostanziale ...

Leggi dopo

Pagine