Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Il passaggio del lavoratore ai tornelli, in assenza di un potere di controllo datoriale, costituisce mera identificazione

03 Giugno 2019 | di Sabrina Apa

Orario di lavoro

La giurisprudenza comunitaria ha stabilito che, solo in relazione ai lavoratori che non hanno un luogo di lavoro fisso o abituale, costituisce “orario di lavoro”, ai sensi dell'art. 2, punto 1, della direttiva n. 2003/88/CE, il tempo che tali lavoratori impiegano per gli spostamenti quotidiani tra il loro domicilio e i luoghi in cui si trovano...

Leggi dopo

Impugnazione della cessione del contratto di lavoro

24 Maggio 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Pesaro, sez. lav.

Contratto di lavoro

L'art. 32, l. n. 183 del 2010 impone l'impugnazione a pena di decadenza entro il termine di sessanta giorni applicabile anche (comma 4, lett. c) “alla cessione di contratto di lavoro avvenuta ai sensi dell'articolo 2112 del codice civile con termine decorrente dalla data del trasferimento...

Leggi dopo

Nozione di unità produttiva ed accertamento del requisito dimensionale

24 Maggio 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Alessandria, sez. lav.

Licenziamento economico

Per giurisprudenza pacifica, qualora un'azienda sia costituita da più unità produttive, al fine dell'accertamento del requisito dimensionale, occorre valutare se l'unità produttiva ed operativa in questione sia da considerarsi o meno dotata di autonomia. In tal senso la giurisprudenza di legittimità comunemente ritiene che...

Leggi dopo

Sindacato giurisdizionale sulla proporzionalità della sanzione rispetto al fatto addebitato

20 Maggio 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Catania, sez. lav.

Licenziamento disciplinare

Come reiteratamente ritenuto dalla Corte di cassazione in relazione all'art. 55-quater, d.lgs n. 165 del 2001, sebbene sia in tale norma tipizzata una fattispecie disciplinare astrattamente meritevole di licenziamento (quella delle false attestazioni di presenza in servizio), deve escludersi la configurabilità in astratto...

Leggi dopo

Obblighi informativi dell'Inps e risarcimento dei danni

20 Maggio 2019 | di Sabrina Apa

Corte appello Trento, sez. lav.

Assegno di disoccupazione

La posizione dell'assistito è tutelata ai sensi dell'art. 1175, c.c., come affermato, anche al di fuori dell'esercizio dei poteri certificativi, dalla Corte di cassazione “essendo altresì gli organi degli enti previdenziali privati, per l'attività di amministrazione e gestione svolta, in possesso di dati e conoscenze...

Leggi dopo

Onere della prova del demansionamento

17 Maggio 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Napoli, sez. lav.

Demansionamento

Secondo l'orientamento della Cassazione, quando un lavoratore alleghi un demansionamento, incombe su quest'ultimo l'onere di provare l'esatto adempimento del proprio obbligo: o attraverso la prova della mancanza in concreto del demansionamento ovvero...

Leggi dopo

Legge 104: abuso del diritto a fruire dei permessi retribuiti

17 Maggio 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Bari, sez. lav.

Permessi e aspettative

In tema di abuso del diritto connesso all'utilizzo improprio del permesso, art. 33, l. n. 104 del 1992, ove l'esercizio del diritto soggettivo non si ricolleghi alla attuazione di un potere assoluto e imprescindibile, ma presupponga un'autonomia comunque collegata alla cura di interessi...

Leggi dopo

Tempo necessario ad indossare la divisa aziendale ed eterodirezione del datore di lavoro

13 Maggio 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Pavia, sez. lav.

Orario di lavoro

La Corte di cassazione ha chiarito che, nel rapporto di lavoro subordinato, anche alla luce della giurisprudenza comunitaria in tema di orario di lavoro di cui alla direttiva n. 2003/88/CE, il tempo necessario ad indossare la divisa aziendale rientra nell'orario di lavoro se è assoggettato al potere di conformazione del datore di lavoro...

Leggi dopo

Nessuna presunzione di subordinazione deriva dalla tipologia dell’attività lavorativa in sé

09 Maggio 2019 | di La Redazione

Tribunale Catania, sez. lav.

Lavoro dipendente e subordinazione

Non sussiste alcuna presunzione di subordinazione che possa farsi derivare dalla tipologia dell’attività lavorativa in sé atteso che ogni attività umana economicamente rilevante può essere oggetto sia di un rapporto di lavoro subordinato che di un rapporto di lavoro autonomo a seconda delle modalità del suo svolgimento...

Leggi dopo

Accertamento del rapporto di lavoro subordinato: indici sintomatici ed elementi indiziari

06 Maggio 2019 | di La Redazione

Tribunale Bari, sez. lav.

Lavoro dipendente e subordinazione

L'elemento che contraddistingue il rapporto di lavoro subordinato rispetto al rapporto di lavoro autonomo, assumendo la funzione di parametro normativo di individuazione della natura subordinata del rapporto stesso, è il vincolo di soggezione personale del lavoratore - che necessita della prova di idonei indici rivelatori, incombente allo stesso lavoratore - al potere organizzativo, direttivo e disciplinare del datore di lavoro, con conseguente limitazione della sua autonomia ed inserimento nell'organizzazione aziendale. Pertanto, gli altri elementi, quali l'assenza di rischio, la continuità della prestazione, l'osservanza di un orario e la forma della retribuzione, ed eventuali altri, pur avendo natura meramente sussidiaria e non decisiva, possono costituire gli indici rivelatori, complessivamente considerati e tali da prevalere sull'eventuale volontà contraria manifestata dalle parti, attraverso i quali diviene evidente nel caso concreto l'essenza del rapporto, e cioè la subordinazione, mediante la valutazione non atomistica ma complessiva delle risultanze processuali. La relativa valutazione di fatto di tali elementi è rimessa al giudice del merito, con la conseguenza che essa, se risulta immune da vizi giuridici ed adeguatamente motivata, è insindacabile in sede di legittimità, ove, invece, è censurabile soltanto la determinazione dei criteri generali ed astratti da applicare al caso concreto.

Leggi dopo

Pagine