Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Agevolazioni contributive e licenziamento: quando i fatti sono prevedibili

24 Maggio 2016 | di La Redazione

Appello L'Aquila

Licenziamento individuale

In materia di sgravi, sul datore di lavoro incombe l'onere di provare la sussistenza dei fatti costitutivi per potersi avvalere delle agevolazioni contributive: in caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, è necessario, ai fini del mantenimento del diritto agli sgravi ...

Leggi dopo

Recesso per giusta causa e questioni di decadenze

23 Maggio 2016 | di La Redazione

Tribunale Genova

Prescrizione e decadenze

Nel rapporto di agenzia, il preponente non deve fare riferimento a fatti specifici - ai fini della legittimità del recesso - fin dal momento della comunicazione del recesso: è sufficiente che di essi l'agente sia a conoscenza anche aliunde o che essi siano, in caso di controversia, ...

Leggi dopo

Trattamento retributivo o indennitario per sostituzione del direttore sanitario ASL

18 Maggio 2016 | di La Redazione

Appello L'Aquila

Dirigenti

In presenza di un rapporto di lavoro di livello dirigenziale, le profonde differenze strutturali esistenti tra il rapporto di lavoro dei dipendenti e quello dei dirigenti (per questi ultimi, in particolare, le modalità di assunzione, la durata temporanea del rapporto, le possibilità di scioglimento, l’inquadramento ecc.) non consentono l’automatica trasposizione ai dirigenti ...

Leggi dopo

Blocco rivalutazione delle pensioni biennio 2012-2013 e questione costituzionale

16 Maggio 2016 | di La Redazione

Tribunale Palermo

Pensioni

È rilevante e non manifestamente infondata, per contrasto con gli artt. 3, 36, comma 1, 38, comma 2 Cost., la questione di legittimità costituzionale del comma 25 dell'art. 24 del d.l. n. 201/2011, conv. con mod. in legge n. 214/2011, così come modificato dal d.l. 65/2015, convertito nella l. n. 109/2015, nella parte in cui prevede che la rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici ...

Leggi dopo

Effettività dell'assistenza sindacale nella conciliazione, in sede sindacale

12 Maggio 2016 | di La Redazione

Appello L'Aquila

Rinunce, transazione e conciliazione

L’intervento del sindacato alla stipula della conciliazione non può limitarsi ad una mera presenza, ma deve concretizzarsi in una qualche forma di assistenza effettiva che possa sottrarre il lavoratore al metus nei confronti del datore di lavoro: prestare assistenza al lavoratore nell’espletamento della conciliazione ...

Leggi dopo

Stipendio dirigente medico in regime intramoenia e illegittimità della trattenuta IRAP

11 Maggio 2016 | di La Redazione

Appello L'Aquila

Retribuzione

L’assimilazione, ai fini fiscali, dell’attività libero professionale intramuraria al rapporto di lavoro dipendente (art. 1 comma 7 L. n. 662/1996) comporta che i proventi dell’attività libero professionale intramuraria (intramoenia ovvero allargata) siano equiparati al reddito da lavoro dipendente: pertanto, i predetti compensi concorrono, ...

Leggi dopo

Retribuibilità tempo di vestizione e svestizione degli infermieri

10 Maggio 2016 | di La Redazione

Appello L'Aquila

Orario di lavoro

L'atto di indossare la divisa da parte del personale infermieristico, in quanto antecedente all'inizio della prestazione lavorativa e funzionale alla sua corretta esecuzione, deve essere inquadrato non tra le pause lavorative, bensì tra le attività propedeutiche all’esecuzione della prestazione, relative alla cura della persona, ...

Leggi dopo

Congedo straordinario per malattia ma svolge altra attività lavorativa: violazione obblighi

09 Maggio 2016 | di La Redazione

Appello L‘Aquila

Licenziamento disciplinare

In caso di condotta del lavoratore che, considerate le circostanze del caso concreto, integra sicuramente una violazione degli obblighi di diligenza e di buona fede nell’esecuzione del contratto di lavoro, in chiara violazione dei criteri dell'etica professionale della categoria di appartenenza ...

Leggi dopo

Il "danno differenziale" e la colpa datoriale solo per omissione di cautele antinfortunistiche

06 Maggio 2016 | di La Redazione

Appello Salerno

Danni nel rapporto di lavoro

La pretesa che il lavoratore può azionare direttamente nei confronti del datore di lavoro riguarda solo il cd. danno differenziale, cioè quello non risarcibile da parte dell’INAIL, atteso che l’indennizzo erogato dall’istituto previdenziale già copre lo specifico danno alla capacità di lavoro e di guadagno del lavoratore assicurato: quindi, non può farsi gravare sul datore la quota di danno ...

Leggi dopo

Gli elementi caratterizzanti del mobbing

04 Maggio 2016 | di La Redazione

Appello L'Aquila

Mobbing

In tema di mobbing, gli elementi caratterizzanti sono: l’aggressione o la vessazione psicologica della vittima; la potenzialità lesiva della condotta; la durata nel tempo dei comportamenti vessatori; la ripetizione e/o reiterazione delle azioni ostili, che le rende sistematiche ...

Leggi dopo

Pagine