Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Criterio della prossimità del pensionamento e licenziamenti

12 Novembre 2015 | di La Redazione

Appello Roma

Licenziamenti collettivi

In tema di licenziamenti collettivi, è illegittimo il criterio della prossimità del pensionamento qualora applicato dal datore di lavoro con un ampio margine di discrezionalità.

Leggi dopo

Trattamento retributivo e somme per "lavoro in nero"

11 Novembre 2015 | di La Redazione

Appello Catania

Retribuzione

In caso di determinazione delle somme per il periodo di lavoro "in nero", non si può utilizzare l'intero trattamento retributivo previsto dal contratto collettivo (in mancanza di prova della vincolatività del CCNL per adesione implicita o esplicita), ma i soli elementi rilevanti ...

Leggi dopo

Competenza del giudice ordinario e rapporto già in essere

10 Novembre 2015 | di La Redazione

Tribunale Matera

Lavoro pubblico

A seguito della c.d. “privatizzazione del pubblico impiego”, l'art. 63 del D.Lgs. n. 165/2001 assegna al Giudice ordinario la giurisdizione generale per tutte le controversie relative ai rapporti di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni ed, in particolare, l'assunzione al lavoro, l'indennità di fine rapporto, il conferimento e la revoca degli incarichi dirigenziali e la responsabilità dirigenziale, le controversie relative ai comportamenti antisindacali, alla contrattazione collettiva promosse dall'ARAN, dalla P.A. o dalle organizzazioni sindacali, nonché le controversie ...

Leggi dopo

Sull'applicazione della indennità di fine rapporto

09 Novembre 2015 | di La Redazione

Tribunale Roma

Lavoro pubblico

In tema di pubblico impiego, la c.d. “clausola di invarianza” è stata introdotta solo dalla legge 448/1998 e per la sua portata è applicabile alla posizione degli optanti piuttosto che alla posizione dei nuovi assunti, giacché solo per i primi può porsi una questione di variazione della retribuzione nel passaggio da un sistema (TFS) all’altro (TFR), mentre per i secondi può porsi la diversa questione di rideterminare ex novo la struttura retributiva

Leggi dopo

Trasformazione delle IPAB e mansioni effettivamente svolte

06 Novembre 2015 | di La Redazione

Appello L'Aquila

Qualifica, mansioni e categorie professionali

Il D.lgs. n. 207/2001, all’art. 21, ha disposto la integrale abrogazione della disciplina relativa alle IPAB, disciplinando la trasformazione delle IPAB in Aziende Pubbliche di Servizi alla Persona, da effettuarsi in base ai termini e alle modalità stabiliti dalle leggi regionali: la circostanza che il processo di trasformazione (nella Regione Abruzzo) non sia stato ancora pienamente attuato, non può certo ripercuotersi in danno dei lavoratori ...

Leggi dopo

Insegnanti all’estero e trattamento economico

05 Novembre 2015 | di La Redazione

Tribunale Torino

Retribuzione

Gli insegnanti all’estero devono percepire il medesimo trattamento retributivo del personale in Italia e hanno diritto ad un assegno di sede previsto dall’art. 658 D.Lgs. 297/1994 (in senso lato indennitario, costituito da una base uguale per tutti ed una variabile in relazione alle singole sedi), ulteriore rispetto allo stipendio e agli altri assegni di carattere fisso: pertanto è inapplicabile ...

Leggi dopo

Illegittimità dell'appalto e rapporto di lavoro con l'utilizzatore

04 Novembre 2015 | di La Redazione

Tribunale Torino

Appalto

In caso di appalto illegittimo, è inammissibile il ricorso ex lege 92/2012 (c.d. Rito Fornero): l’unico rimedio previsto dall’ordinamento è quello di cui all’art. 29, co. 3 bis, d. lgs. 276/2003 in forza del quale il lavoratore può ottenere una pronuncia ...

Leggi dopo

Licenziamenti e criteri di scelta

03 Novembre 2015 | di La Redazione

Appello Roma

Licenziamenti collettivi

In sede giudiziaria, non possono trovare ingresso tutte quelle censure con le quali, senza contestare specifiche violazioni delle prescrizioni dettate dagli artt. 4 e 5 della L. n. 223 del 1991 - e senza fornire la prova di maliziose elusioni dei poteri di controllo delle organizzazioni sindacali e delle procedure di mobilità al fine di operare discriminazioni tra i lavoratori -, si finisce per investire l'autorità giudiziaria di un'indagine sulla presenza di "effettive" esigenze di riduzione ...

Leggi dopo

Comparto scuola e giurisdizione ordinaria

02 Novembre 2015 | di La Redazione

Tribunale Matera

Lavoro pubblico

In materia di atti di gestione ed aggiornamento delle graduatorie scolastiche “ex-permanenti” (graduatorie ad esaurimento e graduatorie di istituto di I, II e III fascia), ove confluiscono soggetti già titolari di un’abilitazione di Stato ovvero dell’abilitazione all’insegnamento, il potere di conoscere e giudicare le relative controversie spetta al giudice del lavoro ordinario, non rientrando tali “graduatorie” nel novero di quelle citate nella norma di legge ...

Leggi dopo

Applicabilità delle decadenze alla somministrazione

30 Ottobre 2015 | di La Redazione

Tribunale Bologna

Lavoro a tempo determinato

Le disposizioni relative alle decadenze di cui all’art. 32 L. 183/2010 (introdotte per l’esercizio dell’azione di nullità del termine nei contratti di lavoro a tempo determinato) non sono applicabili alle somministrazioni concluse prima dell’entrata in vigore della citata legge: la suddetta norma non può quindi essere estesa in via interpretativa alla somministrazione ...

Leggi dopo

Pagine