Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Azienda sequestrata e rapporti di lavoro

16 Febbraio 2016 | di La Redazione

Tribunale Roma

Licenziamento discriminatorio

Non è fondato il dubbio di legittimità costituzionale dell’art. 56 D.Lgs. n. 159/2011 rispetto agli artt. 3, 4 e 35 Cost.: la valutazione della funzionalità al raggiungimento degli scopi degli atti di amministrazione dell’azienda sequestrata - ivi compresi quelli attinenti alla conservazione o meno dei rapporti di lavoro ...

Leggi dopo

Impugnazione procedura referendaria CCNL: esclusa la legittimazione del lavoratore

15 Febbraio 2016 | di La Redazione

Tribunale Roma

Processo del lavoro - primo grado

Non sono legittimati ad agire in giudizio i lavoratori che domandano la invalidità della procedura referendaria di approvazione del CCNL, pur essendo noto che il referendum non costituisce atto dispositivo di diritti soggettivi individuali ...

Leggi dopo

Licenziamento per limiti di età e diritto di opzione

12 Febbraio 2016 | di La Redazione

Tribunale Lucca

Licenziamento individuale

La norma di cui all’art. 24, co. 4, del D.L. 201/2011 non attribuisce al lavoratore un diritto di opzione per la prosecuzione del rapporto di lavoro: la locuzione “è incentivato … dall’operare dei coefficienti di trasformazione” presuppone infatti che le parti consensualmente stabiliscano la prosecuzione del rapporto di lavoro ...

Leggi dopo

Assunzione di docenti e termine certo

11 Febbraio 2016 | di La Redazione

Tribunale Palermo

Lavoro pubblico

In base al modello delineato dal legislatore già prima della L. n. 107 del 2015, i docenti destinatari di assunzioni a termine erano destinatari del diritto ad essere assunti in pianta stabile man mano che si fossero rese disponibili le cattedre e, nel frattempo, continuavano ad essere utilizzati con incarichi di supplenza ...

Leggi dopo

Licenziamento nullo e reintegra

10 Febbraio 2016 | di La Redazione

Tribunale Taranto

Licenziamento discriminatorio

Nelle ipotesi di licenziamento nullo (perché discriminatorio o adottato in presenza di una causa di divieto) o intimato in forma orale, viene dalla L. 92/12 cd. Legge Fornero (art. 1 commi 42-43) sostanzialmente confermata la normativa che prevede la reintegrazione del lavoratore ...

Leggi dopo

Tempestività della contestazione disciplinare

09 Febbraio 2016 | di La Redazione

Appello Bologna

Licenziamento individuale

La contestazione disciplinare deve avvenire non appena il datore di lavoro viene in possesso di elementi tali da fargli ragionevolmente ritenere la sussistenza di infrazioni da parte del dipendente, non potendo procrastinare detta contestazione disciplinare fino ...

Leggi dopo

Tutela reintegratoria solo se non sussiste il fatto materiale

08 Febbraio 2016 | di La Redazione

Tribunale Roma

Impugnazione del licenziamento

La distinzione tra i commi 4 e 5 dell’art. 18, L. n. 300/1970 va ricostruita differenziando il fatto materiale dalla sua qualificazione in termini di giusta causa o di giustificato motivo soggettivo e riconoscendo la tutela reintegratoria solo in caso di insussistenza del fatto materiale ...

Leggi dopo

Elemento fiduciario compromesso e recesso datoriale

05 Febbraio 2016 | di La Redazione

Tribunale Taranto

Diritti ed obblighi lavoratore

Il coinvolgimento in fatti di droga, nonché la mera detenzione di stupefacenti per uso personale (nella specie, cocaina), possono non solo recare discredito al datore di lavoro, ma anche compromettere l’elemento fiduciario sotteso al rapporto di lavoro, così costituendo legittimo fondamento ...

Leggi dopo

Trasferimento d'azienda e deroga al divieto di licenziamenti

04 Febbraio 2016 | di La Redazione

Tribunale Roma

Impugnazione del licenziamento

La deroga al divieto di licenziamenti in occasione del trasferimento d’azienda può operare (secondo la direttiva 2001/23, come interpretata dalla Corte di giustizia 28 gennaio 2015, causa C-688/13), solo nell’ambito di una procedura lato sensu liquidativa dell’impresa cedente, assoggettata a controllo giudiziario o di altra autorità pubblica ...

Leggi dopo

Termini per l'impugnazione e decadenza

01 Febbraio 2016 | di La Redazione

Tribunale Taranto

Impugnazione del licenziamento

L'art. 32, comma 1, della L. 4 novembre 2010, n. 183 (modificato dall'art. 1, comma 38, della L. 28 giugno 2012, n. 92) nel prevedere l'inefficacia dell'impugnazione extragiudiziale non seguita da tempestiva azione giudiziale, comporta che il termine per proporre l'azione giudiziale decorra dal compimento della prima - da identificarsi, per esigenze di celerità diretta a tutelare l’interesse del datore di lavoro ...

Leggi dopo

Pagine