Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

È ritorsivo il licenziamento frutto di una reazione ad un atto legittimo del lavoratore

11 Maggio 2015 | di La Redazione

Trib. Firenze

Licenziamento disciplinare

È ritorsivo il licenziamento frutto di una illegittima reazione del datore di lavoro ad un atto legittimo e comunque non arbitrario del lavoratore

Leggi dopo

È possibile la successione di licenziamenti?

08 Maggio 2015 | di La Redazione

Appello Salerno

Licenziamento individuale

Nelle more dell'accertamento giudiziale promosso previa impugnazione di un primo licenziamento, il datore di lavoro ben può intimare un secondo licenziamento fondato su motivi o cause diverse rispetto a quelle contestate in precedenza

Leggi dopo

Successione di contratti: utilizzo abusivo di contratti a termine

07 Maggio 2015 | di La Redazione

Appello Messina

Lavoro a tempo determinato

L’art. 332, n. 4, Cod. Nav. non esige la indicazione della esatta data di scadenza, ma richiede che siano indicate la decorrenza e la durata del rapporto, ragion pur cui l’indicazione della durata con la formula “max 78 giorni” non viola la norma del codice della navigazione.

Leggi dopo

Intervento del terzo: presupposti e termini

06 Maggio 2015 | di La Redazione

Trib. Genova

Processo del lavoro - primo grado

L’intervento del terzo nel processo del lavoro è disciplinato dall’art. 419 cpc e, per quanto riguarda la particolare procedura dell’accertamento pregiudiziale sull’efficacia, validità ed interpretazione di contratti collettivi

Leggi dopo

Parametri per valutare la lesione del vincolo fiduciario

05 Maggio 2015 | di La Redazione

Trib. Reggio Calabria

Licenziamento individuale

In tema di licenziamento per giusta causa, nel valutare le lesione del vincolo fiduciario per fatti estranei al rapporto di lavoro, il Giudice può prendere in considerazione le specifiche previsioni contenute nei contratti collettivi.

Leggi dopo

Successione di contratti a termine e intento fraudolento

04 Maggio 2015 | di La Redazione

Appello Messina

Lavoro a tempo determinato

L’indicazione della durata contrattuale con la formula “max giorni …” non viola la norma di cui all’art. 332, n. 4, Cod. Nav. ma, pur in presenza di una norma astrattamente idonea a prevenire l’abuso, non può escludersi in concreto che possa ritenersi configurabile, nel ricorso al contratto a termine, un comportamento in frode alla legge sanzionabile ex art. 1344 c.c.

Leggi dopo

Errore nella scelta del rito: conservazione degli atti processuali

30 Aprile 2015 | di La Redazione

Appello L'Aquila

Rito Fornero (legge 92/2012)

In tema di impugnativa di licenziamento soggetto a tutela reale, l’errore dell’attore nella scelta del rito ordinario non consente comunque una deroga al principio secondo cui, per le controversie alle quali esso è applicabile, il rito di cui all’art. 1 della legge n. 92 del 2012 (c.d. legge “Fornero”) costituisce l’unica modalità di esercizio dell’azione giudiziale.

Leggi dopo

Esiste un diritto a partecipare al tavolo delle trattative?

29 Aprile 2015 | di La Redazione

Trib. Roma

Condotta antisindacale

Il datore di lavoro non ha l'obbligo assoluto di aprire le trattative per la stipula di contratti collettivi (nazionali o aziendali) con tutte le organizzazioni.

Leggi dopo

Inadempimento del datore di lavoro al versamento delle quote sindacali

28 Aprile 2015 | di La Redazione

Appello Salerno

Condotta antisindacale

I lavoratori possono richiedere al datore di lavoro di trattenere sulla retribuzione i contributi da accreditare al sindacato cui aderiscono e tale atto, dovendo essere qualificato come cessione del credito, in conseguenza di detta qualificazione, non necessita, in via generale, del consenso del debitore.

Leggi dopo

La decorrenza del dies a quo per l'impugnativa del licenziamento

27 Aprile 2015 | di La Redazione

Trib. Reggio Calabria

Impugnazione del licenziamento

Il licenziamento, come negozio unilaterale recettizio, si perfeziona nel momento in cui la manifestazione di volontà del datore di lavoro recedente giunge a conoscenza del lavoratore.

Leggi dopo

Pagine