Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

L’importo stabilito per la retribuzione di posizione deve corrispondere alla sopravvenuta complessità della struttura organizzativa

11 Ottobre 2017 | di Daniela Fargnoli

Appello Bari

Lavoro pubblico

L’amministrazione che, melius re perpensa, modifica o ritira l’atto di riconoscimento di un trattamento economico non dovuto non esercita il potere amministrativo di autotutela, ma compie un atto di organizzazione e gestione del rapporto di lavoro tipico del diritto privato ...

Leggi dopo

Legittimo il licenziamento se il dirigente si rifiuta di rientrare nella sede originaria

10 Ottobre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Roma

Dirigenti

A fronte della illegittima decisione dell’azienda, il dirigente può e deve chiedere giudizialmente - anche in via cautelare - la riconduzione della prestazione nell'ambito delle modalità precedentemente attuate, ma non può rifiutarsi aprioristicamente, senza avallo giudiziario, di eseguire la prestazione come richiestagli, ...

Leggi dopo

Incarichi a termine: non c’è abuso per contratti precedenti al termine per adeguarsi alla Direttiva

09 Ottobre 2017 | di Daniela Fargnoli

Lavoro a tempo determinato

Con riferimento, alla clausola n. 5 dell’accordo quadro allegato alla direttiva 1999/70 non possono essere prese in considerazione per l'accertamento della vicenda di utilizzo abusivo degli incarichi a termine eventuali reiterazioni dei contratti a tempo determinato ...

Leggi dopo

La mancanza di tempestività della contestazione comporta la reintegra del lavoratore

06 Ottobre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Milano

Contestazioni disciplinari

Dall’accertata tardività della contestazione disciplinare in esame e, quindi, dalla riscontrata carenza di uno degli elementi costitutivi previsti dalla legge per il valido esercizio del potere disciplinare, rilevante ai sensi dell’art. 7 stat. lav, discende l’illegittimità del licenziamento impugnato ...

Leggi dopo

Pubblicità del codice disciplinare: non è necessaria per violazione di doveri fondamentali

04 Ottobre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Bari

Licenziamento disciplinare

Ai fini della validità del licenziamento intimato per ragioni disciplinari (diversamente che per le sanzioni conservative), non è necessario la previa affissione del codice disciplinare in presenza della violazione delle norme di legge e comunque di doveri fondamentali del lavoratore ...

Leggi dopo

Immediata contestazione dei fatti disciplinari anche in attesa della definizione del procedimento penale

02 Ottobre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Milano

Licenziamento disciplinare

In tema di licenziamento disciplinare, la rilevanza penale dei fatti non fa venir meno l'obbligo di immediata contestazione, in considerazione della rilevanza che esso assume rispetto alla tutela dell'affidamento e del diritto di difesa dell'incolpato, sempre che i fatti riscontrati facciano emergere, in termini di ragionevole certezza, significativi elementi di responsabilità ...

Leggi dopo

Cocopro certificato: è improcedibile l’azione giudiziale se manca il tentativo di conciliazione

28 Settembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Tribunale Roma

Processo del lavoro - primo grado

Considerato che le norme, che ammettono la sospensione nel processo, non sono suscettibili di interpretazione estensiva e prevedono, quindi, ipotesi tassative deve dichiararsi l’improcedibilità dell’azione, in luogo della sospensione ...

Leggi dopo

Sulla partecipazione alla contrattazione e rappresentatività del sindacato

27 Settembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Appello Roma

RSA - RSU

Non esiste nell’ordinamento, peraltro, un obbligo datoriale a trattare, in forza del principio generale dell’autonomia contrattuale ai sensi dell’art.1322 c.c., e specularmente non esiste un diritto dell’uno o dell’altro sindacato ...

Leggi dopo

Licenziamento e istituti di credito: attendibili gli accertamenti di Banca d'Italia

26 Settembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Appello l'Aquila

Licenziamento individuale

Le risultanze degli accertamenti ispettivi della Banca d'Italia possiedono particolare attitudine probatoria, costituendo espressione di potestà autoritativa, di natura pubblicistica, che trae fondamento giuridico dalla legge, esercitata ...

Leggi dopo

Ordine del giudice e libero esercizio dell'attività sindacale

25 Settembre 2017 | di Daniela Fargnoli

Appello Torino

Condotta antisindacale

Il solo esaurirsi della singola azione lesiva del datore di lavoro non può precludere l'ordine del giudice di cessazione del comportamento illegittimo ove questo, alla stregua di una valutazione globale non limitata ai singoli episodi, risulti tuttora persistente e idoneo a produrre effetti durevoli nel tempo, ...

Leggi dopo

Pagine