Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

La decorrenza del termine per l’esercizio del diritto di opzione ai sensi dell’art. 18

18 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Milano

Rito Fornero (legge 92/2012)

Il termine di trenta giorni per l’esercizio del diritto di opzione appannaggio del lavoratore licenziato decorre dalla comunicazione del provvedimento di reintegrazione del lavoratore (dopo l’introduzione del rito speciale cd. Fornero dalla comunicazione dell’ordinanza resa ai sensi dell’art. 1, comma 42, L. 92/2012) ovvero ...

Leggi dopo

Licenziamento per giusta causa in caso di utilizzo di un permesso sindacale per fini non sindacali

17 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Milano

Licenziamento individuale

L’adozione di un contegno fraudolento del lavoratore, che riempie un modello prefirmato di richiesta di permesso sindacale, falsamente attestando la necessità di svolgere attività sindacale, per poi svolgere attività di natura personale, non è esclusivamente questione interna ai rapporti di lavoro.

Leggi dopo

Licenziamento contestato: improponibili le richieste di indennità sostitutiva e di risarcimento del danno professionale

16 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Roma

Rito Fornero (legge 92/2012)

Condizione necessaria e sufficiente per l’instaurazione di un giudizio con il nuovo rito specifico previsto dall’art. 1 comma 47 ss. L. n.92/2012 è costituita dalla proposizione di domande ex art.18 L. n.300/70. Il rito applicabile si determina infatti in base alla prospettazione della parte attrice, a prescindere dalla sussistenza o meno in concreto del requisito dimensionale nei termini prospettati dall’attore

Leggi dopo

E’ legittima la successione di licenziamenti fondati su cause diverse

16 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Roma

Licenziamento individuale

Qualora il datore di lavoro abbia già intimato al lavoratore il licenziamento per una determinata causa o motivo, può legittimamente intimargli un secondo licenziamento, fondato su una diversa causa o motivo, restando quest'ultimo del tutto autonomo e distinto rispetto al primo.

Leggi dopo

Responsabilità solidale negli appalti e azione di regresso

13 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Pisa

Appalto

In caso di mancato pagamento delle retribuzioni i lavoratori della società appaltatrice possono chiedere l’adempimento alla società appaltante, la quale è obbligata non in virtù del rapporto di lavoro ma perché responsabile solidale ex. art. 29, co 2 d.lvo 276/2003. Con il pagamento il committente acquisisce il diritto di agire in regresso verso il datore di lavoro debitore principale.

Leggi dopo

Contratto a termine: non è licenziamento l’annuncio del mancato rinnovo

13 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Roma

Lavoro a tempo determinato

La comunicazione telefonica, da parte del datore di lavoro, con la quale si informa il lavoratore che il contratto a tempo determinato non sarebbe stato rinnovato

Leggi dopo

Contratto nella sede extra Ue dell’azienda italiana: normativa applicabile per il licenziamento illegittimo

13 Febbraio 2015

Trib. Roma

Impugnazione del licenziamento

Il lavoratore assunto con contratto a tempo indeterminato presso la succursale estera di una società italiana ed avente ad oggetto prestazioni rese fuori dall’Unione Europea non può impugnare il licenziamento applicando la disciplina italiana sulla sola base del rinvio materiale operato nel contratto stesso ad istituti disciplinati dal diritto italiano

Leggi dopo

In caso di mancata prova del trasferimento il licenziamento disciplinare è illegittimo

12 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Bari

Licenziamento disciplinare

E' illegittimo il licenziamento del lavoratore che non si sia presentato sul nuovo posto di lavoro a seguito di un trasferimento ritenuto illegittimo.

Leggi dopo

Sanzione conservativa prevista dal contratto collettivo, reintegra per la dipendente licenziata

12 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Roma

Licenziamento individuale

In caso di sanzione conservativa prevista dai ccnl di referimento o dai codici disciplinari applicabili per l’inosservanza, da parte del dipendente, delle norme da applicare in caso di malattia il lavoratore deve essere reintegrato

Leggi dopo

Fondo di garanzia: la produzione del decreto ingiuntivo basta a legittimare la richiesta

10 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Pisa

Trattamento di fine rapporto

Tra i documenti indispensabili all’Inps per accertare l’esistenza, la misura ed i titoli dei crediti dei lavoratori in confronto del datore di lavoro debitore principale e l’esito in tutto o in parte negativo dell’azione esecutiva azionata in confronto di questi vi è anche il decreto ingiuntivo che abbia dato ingresso all’esecuzione forzata.

Leggi dopo

Pagine