Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Errore nella scelta del rito: conservazione degli atti processuali

30 Aprile 2015 | di La Redazione

Appello L'Aquila

Rito Fornero (legge 92/2012)

In tema di impugnativa di licenziamento soggetto a tutela reale, l’errore dell’attore nella scelta del rito ordinario non consente comunque una deroga al principio secondo cui, per le controversie alle quali esso è applicabile, il rito di cui all’art. 1 della legge n. 92 del 2012 (c.d. legge “Fornero”) costituisce l’unica modalità di esercizio dell’azione giudiziale.

Leggi dopo

Esiste un diritto a partecipare al tavolo delle trattative?

29 Aprile 2015 | di La Redazione

Trib. Roma

Condotta antisindacale

Il datore di lavoro non ha l'obbligo assoluto di aprire le trattative per la stipula di contratti collettivi (nazionali o aziendali) con tutte le organizzazioni.

Leggi dopo

Inadempimento del datore di lavoro al versamento delle quote sindacali

28 Aprile 2015 | di La Redazione

Appello Salerno

Condotta antisindacale

I lavoratori possono richiedere al datore di lavoro di trattenere sulla retribuzione i contributi da accreditare al sindacato cui aderiscono e tale atto, dovendo essere qualificato come cessione del credito, in conseguenza di detta qualificazione, non necessita, in via generale, del consenso del debitore.

Leggi dopo

La decorrenza del dies a quo per l'impugnativa del licenziamento

27 Aprile 2015 | di La Redazione

Trib. Reggio Calabria

Impugnazione del licenziamento

Il licenziamento, come negozio unilaterale recettizio, si perfeziona nel momento in cui la manifestazione di volontà del datore di lavoro recedente giunge a conoscenza del lavoratore.

Leggi dopo

Responsabiltà solidale nell'appalto: requisiti

23 Aprile 2015

Trib. Torino

Appalto

Il principio fondante dell’art. 29 d.lgs. 276/2003 consiste nell’introdurre la responsabilità di chi abbia in concreto beneficiato della prestazione lavorativa; il requisito necessario per far ritenere sussistente l’obbligazione solidale è proprio lo svolgimento di una prestazione lavorativa nell’ambito di un appalto.

Leggi dopo

Ripetizione dell’indebito per somme percepite per errore

22 Aprile 2015 | di La Redazione

Appello L'Aquila

Retribuzione

Il lavoratore può essere chiamato alla restituzione solo delle somme nette effettivamente percepite.

Leggi dopo

La valutazione della condotta extralavorativa è rimessa al giudice

21 Aprile 2015 | di La Redazione

Trib. Reggio Calabria

Licenziamento disciplinare

Nella valutazione della legittimità del provvedimento espulsivo il giudicante non è in alcun modo vincolato dalle previsioni contrattualcollettive.

Leggi dopo

Licenziamento e crisi aziendale: onere della prova

20 Aprile 2015 | di La Redazione

Trib. Roma

Licenziamento individuale

Non ricorrono gli estremi dell’applicazione del comma 4 dell’art. 18, n. 300/1970 e quindi non può ritenersi la manifesta infondatezza del fatto posto a fondamento del licenziamento, qualora il datore di lavoro dimostri la propria situazione di crisi aziendale.

Leggi dopo

Rifiuto di svolgere mansioni e illegittimità del licenziamento

17 Aprile 2015 | di La Redazione

Trib. Genova

Licenziamento disciplinare

È illegittimo il licenziamento disciplinare intimato a causa del rifiuto del lavoratore di continuare a svolgere la mansione richiesta se questi prova che il datore di lavoro non ha adempiuto alle proprie obbligazioni di sicurezza.

Leggi dopo

I requiti minimi per il trasferimento d'azienda

16 Aprile 2015 | di La Redazione

Trib. Milano

Contratto di lavoro

Nel caso in cui la cessione riguardi soltanto parte dell’azienda, occorre che il trasferimento attinga un’entità economica organizzata in maniera stabile la quale, in occasione del trasferimento, conservi la sua identità e consenta l’esercizio di una attività economica finalizzata al perseguimento di uno specifico obiettivo

Leggi dopo

Pagine