Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Eccezione di improcedibilità nel rito del lavoro e licenziamento disciplinare

04 Marzo 2015 | di La Redazione

Appello Roma

Processo del lavoro - primo grado

Sono sanabili "ex tunc", con effetto retroattivo a seguito della rinnovazione disposta dal giudice tutte le nullità in genere della notificazione, derivanti da vizi che non consentono all'atto di raggiungere lo scopo a cui è destinato

Leggi dopo

Lavoro pubblico e dispensa dal servizio del personale scolastico

02 Marzo 2015 | di La Redazione

Appello Salerno 21 gennaio 2015

Lavoro pubblico

Spetta ai dirigenti scolastici il potere di adottare i provvedimenti inerenti alla gestione delle risorse e del personale

Leggi dopo

Lavoro subordinato e trasferimento ad altra sede

27 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Reggio Calabria 2 febbriao 2015

Lavoro dipendente e subordinazione

E’ titolare di un diritto soggettivo a non essere trasferito ad altra sede senza il suo consenso, il lavoratore che assista persona portatrice di handicap in situazione di gravità.

Leggi dopo

Contratti a tempo determinato e precari della scuola

26 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Napoli 21 gennaio 2015

Lavoro a tempo determinato

È applicabile anche alla pubblica amministrazione l’art. 5, comma 4-bis, D.Lgs. n. 368/2001, nei casi in cui vi sia una successione di contratti a termine relativi allo svolgimento di equivalenti mansioni in un rapporto di lavoro fra lo stesso datore di lavoro e lo stesso lavoratore

Leggi dopo

Licenziamento disciplinare per il lavoratore che accetta una mancia

24 Febbraio 2015 | di La Redazione

Appello Genova 27 gennaio 2015

Licenziamento disciplinare

È da ritenersi legittimo il licenziamento per giusta causa del lavoratore che accetti un compenso di carattere economico

Leggi dopo

Sgravi previdenziali Inpgi limitati alle società che applicano il contratto giornalistico

19 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Roma

Giornalisti

Non vi è alcun abuso del diritto per gli sgravi previdenziali previsti dall’Istituto di previdenza giornalistica e limitati ai soli datori di lavoro che applicano il contratto giornalistico, con esclusione delle società che, proprietarie di una testat” e operanti anche nel settore dell’editoria, applicano ai propri dipendenti – anche giornalisti –il contratto collettivo Confapi per i dipendenti delle piccole e medie industrie grafiche e affini, editoriali, cartotecniche e del settore informatico e telematico

Leggi dopo

Il calcolo del “comporto” nel lavoro part-time

19 Febbraio 2015 | di La Redazione

Appello L'Aquila 15 gennaio 2015

Part-time

Ai fini del calcolo del periodo di comporto nel rapporto di lavoro part-time è necessario riproporzionare sia il periodo di conservazione del posto di lavoro sia l’arco temporale di riferimento entro il quale computare il periodo stesso

Leggi dopo

Legittima la reintegra e risarcimento del danno al “socio fittizio"

18 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Pisa

Rito Fornero (legge 92/2012)

È competente il giudice del lavoro tribunale a conoscere la domanda dell’illegittimità del licenziamento intimato in un rapporto assunto come subordinato ma formalmente di natura associativa.

Leggi dopo

La decorrenza del termine per l’esercizio del diritto di opzione ai sensi dell’art. 18

18 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Milano

Rito Fornero (legge 92/2012)

Il termine di trenta giorni per l’esercizio del diritto di opzione appannaggio del lavoratore licenziato decorre dalla comunicazione del provvedimento di reintegrazione del lavoratore (dopo l’introduzione del rito speciale cd. Fornero dalla comunicazione dell’ordinanza resa ai sensi dell’art. 1, comma 42, L. 92/2012) ovvero ...

Leggi dopo

Licenziamento per giusta causa in caso di utilizzo di un permesso sindacale per fini non sindacali

17 Febbraio 2015 | di La Redazione

Trib. Milano

Licenziamento individuale

L’adozione di un contegno fraudolento del lavoratore, che riempie un modello prefirmato di richiesta di permesso sindacale, falsamente attestando la necessità di svolgere attività sindacale, per poi svolgere attività di natura personale, non è esclusivamente questione interna ai rapporti di lavoro.

Leggi dopo

Pagine