Focus

Focus

Il lavoro carcerario: da misura punitiva a rapporto speciale, il retaggio delle mercedi

01 Agosto 2017 | di Pasquale Staropoli

D.P.R. 30 giugno 2000, n. 230

Diritti ed obblighi lavoratore

Il lavoro carcerario è un fenomeno complesso e non omogeneo, basti pensare che all’origine non soltanto non era considerato come una legittima pretesa per i detenuti ma, anzi, configurava un obbligo, elemento integrativo della pena, con finalità pressoché esclusivamente afflittive. È solo con l’avvento dei princìpi costituzionali ed una lenta evoluzione normativa, che l’approccio al lavoro dei detenuti muta direzione, divenendo un momento fondamentale delle finalità rieducative e reinclusive della misura detentiva, delle quali costituisce una delle attuazioni.

Leggi dopo

Tipologie contrattuali del Jobs Act e sicurezza sul lavoro – parte II

25 Luglio 2017 | di Aldo De Matteis

Art. 28 D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81

Sicurezza sul lavoro

Il datore di lavoro, nell’effettuare la valutazione dei rischi, deve individuare anche quelli connessi alla specifica tipologia contrattuale attraverso cui viene resa la prestazione di lavoro. Pertanto, tutte le modifiche apportate dal Jobs Act alle tipologie contrattuali e alla disciplina del rapporto in generale rifluiscono sul tema della sicurezza sul lavoro e delle relative responsabilità. Esaminiamo partitamente le singole tipologie: in questo secondo contributo, che segue l’approfondimento sulle collaborazioni organizzate dal committente, si analizzano contratto di somministrazione, lavoro intermittente, prestazioni occasionali e apprendistato.

Leggi dopo

Tipologie contrattuali del Jobs Act e sicurezza sul lavoro: le collaborazioni organizzate dal committente

18 Luglio 2017 | di Aldo De Matteis

Art. 28 D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81

Sicurezza sul lavoro

Il datore di lavoro, nell’effettuare la valutazione dei rischi, deve individuare anche quelli connessi alla specifica tipologia contrattuale attraverso cui viene resa la prestazione di lavoro. Pertanto, tutte le modifiche apportate dal Jobs Act alle tipologie contrattuali e alla disciplina del rapporto in generale rifluiscono sul tema della sicurezza sul lavoro e delle relative responsabilità. Esaminiamo partitamente le singole tipologie: in questo primo contributo, le collaborazioni organizzate dal committente. Seguirà un approfondimento su contratto di somministrazione, lavoro intermittente e apprendistato.

Leggi dopo

Distacco transnazionale: previdenza e tutela dei lavoratori

12 Luglio 2017 | di Vincenzo Fabrizio Giglio

D.Lgs. 17 luglio 2016, n. 136

Distacco

L’istituto del distacco transnazionale nasce con la "Direttiva Madre" n. 1996/71/CE alla quale si è più recentemente affiancata la "Direttiva Enforcement" n. 2014/67/UE, recepita con il D.Lgs. n. 136/2016, che ha colto l’occasione per intervenire nuovamente sulla materia e unificare la disciplina derivante dalle due Direttive. In questo secondo contributo, a completamento di “Distacco transnazionale: inquadramento e requisiti”, si analizzano gli aspetti previdenziali della disciplina, nonché gli adempimenti amministrativi, le sanzioni e gli strumenti di tutela (privata e pubblica) dei lavoratori.

Leggi dopo

Distacco transnazionale: inquadramento e requisiti

07 Luglio 2017 | di Vincenzo Fabrizio Giglio

D.Lgs. 17 luglio 2016, n. 136

Distacco

L’istituto del distacco transnazionale nasce con la "Direttiva Madre" n. 1996/71/CE alla quale si è più recentemente affiancata la "Direttiva Enforcement" n. 2014/67/UE, recepita con il D.Lgs. n. 136/2016, che ha colto l’occasione per intervenire nuovamente sulla materia e unificare la disciplina derivante dalle due Direttive. In questo primo contributo si analizzano le fonti, la nozione e l'inquadramento dell'istituto, per poi concentrarsi sull'identificazione della fattispecie e sull'oggetto della sua tutela. A completamento della trattazione, seguirà altro approfondimento su previdenza, adempimenti amministrativi, sanzioni e strumenti di tutela dei lavoratori.

Leggi dopo

Parità di trattamento tra lavoratori nel settore scolastico

29 Giugno 2017 | di Marta Filippi

Lavoro pubblico

Al centro del dibattito del presente approfondimento si pone il tema della valorizzazione dell’anzianità di servizio dei docenti precari ai fini della corretta determinazione della loro retribuzione, ex art. 4 dell’accordo quadro europeo, sulla base del parametro costituito dal riconoscimento degli scatti di anzianità.

Leggi dopo

Apprendistato duale: accordo interconfederale 18 maggio 2016 e prime esperienze sul campo

21 Giugno 2017 | di Vittoria Chianese

D.L. 15 giugno 2015, n. 81

Apprendistato

L'accordo interconfederale del 18 maggio 2016 costituisce un tassello fondamentale alla piena operatività e accessibilità al sistema duale di apprendistato come modalità di ingresso nel mondo del lavoro. Il commento di seguito riportato traccia la storia sottesa al rilancio di questa forma antica e insieme innovativa di apprendistato che contiene ingredienti capaci di venire incontro alle esigenze di tutte le Parti coinvolte in una logica “win win” e ha in sé interessanti prospettive anche su altre delicate tematiche quali quelle dell’invecchiamento e dell’utilizzo del personale senior.

Leggi dopo

Jobs Act del lavoro autonomo e smart working: il quadro delle nuove disposizioni

16 Giugno 2017 | di Mario Cassaro

Legge 22 maggio 2017, n. 81

Lavoro autonomo

La legge 22 maggio 2017, n. 81, pubblicata in G.U., Serie Generale n. 135 del 13 giugno 2017, disciplina alcune particolari misure a tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale. Le nuove disposizioni intervengono nell'ambito delle transazioni commerciali, in materia di diritto di autore per le invenzioni realizzate in esecuzione del contratto, a garanzia della copertura delle riduzioni del reddito professionale ...

Leggi dopo

L’azione di ripetizione di indebito in materia pensionistica

14 Giugno 2017 | di Domenico Mesiti

Art. 52 legge 9 marzo 1989, n. 88

Pensioni

La disciplina dell’indebito pensionistico previdenziale è stata oggetto di diversi e differenti interventi normativi attraverso i quali, nel corso del tempo, il legislatore ha provveduto a disciplinare la fattispecie in relazione alla sensibilità ed alle conseguenze economiche e sociali che il fenomeno riguardante il pagamento di trattamenti di quiescenza totalmente o in parte non dovute aveva mediamente provocato. La regola generale è contenuta nell’art. 52 della legge 9 marzo 1989, n. 88 per come autenticamente interpretata dall’art. 13 della legge 30 dicembre 1991, n. 412. Detta regola, tuttavia, nel corso del tempo è stata momentaneamente ampliata attraverso l’introduzione di due “sanatorie” con le quali, in relazione alle esigenze economico-sociali del momento, il legislatore, prendendo atto di disfunzioni gestionali degli Enti previdenziali, ha cercato di evitare il verificarsi di conseguenze deleterie per i pensionati che, incolpevolmente, avevano erroneamente ricevuto somme di denaro non dovute.

Leggi dopo

Il controllo sui lavoratori attraverso la geolocalizzazione e la localizzazione satellitare dei dipendenti

06 Giugno 2017 | di Alessandra Boati, Mario Gatti

Art. 4 legge 20 maggio 1970, n. 300

Videosorveglianza

Il nuovo art. 4 dello Statuto dei Lavoratori, tra le varie novità, stabilisce che per i c.d. strumenti di lavoro (attraverso cui il lavoratore svolge la propria prestazione) il datore non è tenuto a stipulare un accordo con le rappresentanze sindacali, né a richiedere l’autorizzazione alla DTL o al Ministero del Lavoro. La diffusione delle tecnologie nella vita lavorativa, tuttavia, rende sempre più difficile la distinzione tra dispositivi necessari al lavoratore per rendere la prestazione e strumenti “aggiuntivi” non direttamente connessi all’esecuzione delle mansioni. È il caso, ad esempio, dei sistemi di localizzazione satellitare, su cui si sono recentemente espressi l’Ispettorato del Lavoro e il Garante della Privacy, per definirne la “natura”.

Leggi dopo

Pagine