Focus

Focus

Il diritto del lavoro nel Decreto Rilancio

22 Maggio 2020 | di Pasqualino Albi

D.l. 19 maggio 2020, n. 34

Diritti ed obblighi lavoratore

Con il Decreto Rilancio il Governo interviene sia sulle disposizioni in tema di ammortizzatori sociali, congedi e permessi, sia sulla disciplina dei licenziamenti individuali per g.m.o. e collettivi. Introduce il Reddito di Emergenza e vengono confermate le indennità per i lavoratori autonomi....

Leggi dopo

Segui il nostro Webinar - CINQUANT'ANNI DI STATUTO DEI LAVORATORI

22 Maggio 2020 | di Vincenzo Di Cerbo, Arturo Maresca, Elena Boghetich, Silvia Ciucciovino

Lavoro dipendente e subordinazione

Il Giuslavorista con i suoi direttori il Pres. Vincenzo Di Cerbo e il Prof. Arturo Maresca, con il Cons. Elena Boghetich e la Prof. Silvia Ciucciovino, ricordano i 50 anni dello Statuto dei lavoratori e discutono della attualità delle sue norme. Dai diritti individuali di libertà e dignità del lavoratore ai diritti di libertà e organizzazione sindacale, la discussione si soffermerà sulla complessa e controversa evoluzione dell'art. 18 e sull'effettivo esercizio dei diritti sindacali tutelato con l'art. 28.

Leggi dopo

Alla ricerca della ragionevolezza perduta: il divieto di licenziamento per g.m.o. nelle more della emanazione del decreto “rilancio”

21 Maggio 2020 | di Matteo Verzaro

Licenziamento economico

Il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, c.d. cura Italia, ha posto nell'art. 46 il divieto di licenziamento per giustificato motivo oggettivo (g.m.o.) per il recesso intimato dal datore di lavoro, al di là del numero dei dipendenti occupati, dal 17 marzo 2020 al 15 maggio 2020 (“sessanta giorni”)...

Leggi dopo

Speciale - Mezzo secolo di Statuto: un bilancio fuori dagli schemi

19 Maggio 2020 | di Pietro Ichino

Lavoro dipendente e subordinazione

Solo su un sistema di servizi efficaci, dei quali si conosca con precisione il tasso di coerenza tra la formazione impartita e gli esiti occupazionali effettivi, si può fondare il diritto al lavoro di cui parla l’articolo 4 della Costituzione. Non per caso è a un sistema della formazione professionale così concepito che Bruno Trentin già nei primi anni ’90 si riferiva come allo strumento fondamentale per la sicurezza economica e professionale dei lavoratori nel secolo che stava per aprirsi: quello che potremmo indicare oggi come una sorta di "articolo 18 del XXI secolo"...

Leggi dopo

La disciplina sanzionatoria in caso di licenziamento illegittimo del Jobs Act tra limiti costituzionali e vincoli dell'ordinamento eurounitario

19 Maggio 2020 | di Riccardo Maraga

Jobs act

Il saggio analizza i limiti costituzionali ed in vincoli derivanti dall'ordinamento eurounitario che condizionano il legislatore nazionale nella disciplina sanzionatoria del licenziamento illegittimo.

Leggi dopo

L'Editoriale - Lo Statuto dei lavoratori cinquant'anni dopo

15 Maggio 2020 | di Vincenzo Di Cerbo

Lavoro dipendente e subordinazione

Lo Statuto dei lavoratori ha svolto una funzione centrale, quasi baricentrica, nel diritto del lavoro italiano rinnovandolo profondamente e rendendolo più moderno e vicino ai modelli europei. Tale importante risultato è stato raggiunto creando un nuovo equilibrio di posizioni tra le contrapposte parti del rapporto negoziale, incentrato, da un lato, su un articolato apparato normativo a tutela della “persona” del lavoratore con conseguente limitazione dei tradizionali poteri autoritativi dell'imprenditore, e, dall'altro con norme finalizzate alla tutela e alla promozione dell'attività sindacale...

Leggi dopo

Parte IV - Licenziamento orale. Licenziamento dello pseudo-datore di lavoro. Cessione d'azienda invalida e licenziamento “in frode alla legge”

12 Maggio 2020 | di Luigi Di Paola, Ileana Fedele

Licenziamento individuale

In tema di licenziamento orale vi sono, allo stato, a quanto consta, due pronunzie (analizzate nel prosieguo) nelle quali si trova affermato che ove il lavoratore non provi l'atto espulsivo (benché non siano neppure dimostrate le sue dimissioni) la domanda di ripristino del rapporto andrà rigettata...

Leggi dopo

Il potere datoriale ai tempi del Covid-19: scenari passati, presenti e futuri

29 Aprile 2020 | di Jacopo Ierussi

Giuffrè Francis Lefebvre

Il Legislatore del “Coronavirus” ha già offerto un segnale forte in questa direzione quando, con una previsione ai limiti dell'incostituzionalità (seppur comprensibilmente opportuna), ha stabilito all'art. 46 del d.l. n. 18 del 2020 (cd. “Cura Italia”) il divieto di licenziamento (fatto salvo quello disciplinare) per 60 giorni a partire dalla sua entrata in vigore ovvero fino al prossimo 17 maggio 2020. Decodificare la ratio legis è agevole...

Leggi dopo

Licenziamento individuale. Parte III: Omessa contestazione disciplinare. Integrazione della motivazione del licenziamento. Contestazione o licenziamento tardivi

29 Aprile 2020 | di Luigi Di Paola, Ileana Fedele

Licenziamento individuale

La tematica dei vizi formali o procedimentali - cui si riferisce l'art. 18, comma 6, st. lav. (ove è previsto, tra l'altro, che nell'ipotesi in cui il licenziamento sia dichiarato inefficace per violazione del requisito di motivazione di cui all'articolo 2, comma 2, della l. n. 604 del 1966, nonché della procedura di cui all'art. 7 st. lav....

Leggi dopo

Licenziamento individuale - Parte II: Il licenziamento disciplinare

20 Aprile 2020 | di Luigi Di Paola, Ileana Fedele

Licenziamento disciplinare

Nel sistema conseguente all'adozione della c.d. legge “Fornero” (l. n. 92 del 2012), nell'invarianza dei presupposti giustificativi del licenziamento disciplinare – i.e. la sussistenza della giusta causa ovvero del giustificato motivo soggettivo...

Leggi dopo

Pagine