Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Nullità del licenziamento per g.m.o. per violazione del divieto della legge sull'emergenza Covid-19 e applicazione della tutela reale “piena”

18 Gennaio 2021 | di Luigi Santini

Tribunale Mantova

Licenziamento economico

E' affetto da radicale nullità, con conseguente applicabilità della tutela reale “piena” prevista dall'art.18, primo comma, St. lav. e dall'art. 2, d.lgs. n. 23/2015, il licenziamento...

Leggi dopo

La Corte di giustizia su congedo parentale e discriminazione di genere

11 Gennaio 2021 | di Elena Boghetich

Corte giustizia UE

Atti discriminatori

Il diritto al congedo supplementare (ossia successivo a quello legale di maternità) riservato – da un CCNL - alle donne può rappresentare una discriminazione a danno degli uomini solamente nella misura in cui si evinca, dalla valutazione di determinati parametri (condizioni di concessione, durata, modalità di fruizione, livello di tutela giuridica connesso), che detto congedo è previsto per tutelare la qualità di “genitore” della madre...

Leggi dopo

La non convivenza ex ante non impedisce al figlio di richiedere il congedo straordinario retribuito per tutelare il genitore affetto da disabilità grave

07 Gennaio 2021 | di Francesco Meiffret

Tribunale Cremona

Permessi, congedi e aspettative

La ratio della disciplina dei congedi straordinari retribuiti per assistere familiari affetti da handicap grave è garantire al disabile un'assistenza continuativa all'interno del proprio nucleo familiare rendendo residuale e subordinata l'ipotesi di ricovero presso una struttura ospedaliera...

Leggi dopo

Lavoro interinale: l'effettiva temporaneità della missione quale “bussola” per la compatibilità della normativa nazionale con la direttiva CE 2008/104/CE

04 Gennaio 2021 | di Teresa Zappia

CGUE

Somministrazione di lavoro

L'art.5, § 5, direttiva CE 2008/104 deve essere interpretato nel senso che esso non osta ad una normativa nazionale che non limiti il numero di missioni successive che un medesimo lavoratore, tramite agenzia interinale, può svolgere presso la stessa impresa utilizzatrice. Per contro, essa osta a che uno Stato membro non adotti alcuna misura finalizzata a preservare la natura temporanea del lavoro tramite agenzia interinale e ad evitare l'assegnazione di missioni successive ad un medesimo lavoratore presso lo stesso utilizzatore con lo scopo di eludere le disposizioni della Direttiva considerata nel suo insieme.

Leggi dopo

La responsabilità del datore di lavoro per l'omessa adozione di misure volte a preservare l'integrità psico-fisica del lavoratore

21 Dicembre 2020 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav.

Responsabile della sicurezza

Laddove si versi in ipotesi di attività lavorativa divenuta pericolosa, la responsabilità del datore di lavoro-imprenditore ai sensi dell'art. 2087 c.c. non configura una ipotesi di responsabilità oggettiva e tuttavia non è circoscritta alla violazione di regole di esperienza o di regole tecniche preesistenti e collaudate...

Leggi dopo

Licenziamento disciplinare senza rispetto del termine a difesa: tutela indennitaria debole

14 Dicembre 2020 | di Maria Teresa Crotti

Cass., sez. lav.

Licenziamento disciplinare

In tema di licenziamento disciplinare, la violazione del termine di cinque giorni tra la contestazione dell'addebito e il licenziamento integra una violazione di natura procedurale ex art. 7, St. lav., e rende operativa la tutela indennitaria cd. debole prevista dal successivo art. 18, comma 6, St. lav., quale modificato dalla l. n. 92 del 2012, non ledendo le esigenze difensive del lavoratore in vista del processo.

Leggi dopo

Responsabilità solidale per gli obblighi da lavoro: cuius commoda eius et incommoda?

14 Dicembre 2020 | di Teresa Zappia

Tribunale Firenze

Diritti ed obblighi datore di lavoro

Il collegamento economico-funzionale tra imprese dello stesso gruppo non incide sulla loro reciproca autonomia e non determina ex se l'estensione degli obblighi inerenti al rapporto di lavoro sussistente con una sola di esse...

Leggi dopo

Il Tribunale di Palermo: rider, lavoratori subordinati

11 Dicembre 2020 | di Francesco Meiffret

Tribunale Palermo

Lavoro dipendente e subordinazione

Le piattaforme digitali sono da considerarsi imprese e non meri intermediari di servizi con la conseguenza che il rapporto di lavoro con i rider deve essere qualificato come subordinato ai sensi dell'art. 2094 c.c. qualora la possibilità di scelta della collocazione oraria nella quale lavorare sia fittizia e non veritiera e tenuto conto della totale assenza di autonomia nello svolgere la prestazione...

Leggi dopo

Graduatorie d'istituto: i 24 CFU non costituiscono titolo abilitante per l'accesso alla seconda fascia

04 Dicembre 2020 | di Marta Filippi

Concorso pubblico

In tema di accesso alla seconda fascia delle graduatorie d'istituto, riservate al personale abilitato o in possesso di specifica idoneità all'insegnamento conseguita a seguito di concorsi e titoli e/o esami anche ai soli fini abilitanti, il possesso di una laurea magistrale e dei 24 CFU, in settori formativi psicoantropo-pedagogici e nelle metodologie didattiche, non può ritenersi titolo abilitante tale da legittimarne l'inserimento...

Leggi dopo

Sospensione dei termini di cui al Decreto “Cura Italia” e impugnazione stragiudiziale del licenziamento

03 Dicembre 2020 | di Riccardo Maraga

Tribunale Milano

Licenziamento individuale

La sospensione dei termini ex art. 83 d.l. n. 18/2020 durante il periodo emergenziale si applica anche al termine di impugnazione stragiudiziale del licenziamento ex art. 6 l. n. 604/1966.

Leggi dopo

Pagine