Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Infortuni sul lavoro

Le patologie contratte a causa dello stress lavoro-correlato sono indennizzabili dall'INAIL

15 Maggio 2018 | di Andrea Rossi

Cass. sez. lav.,

Infortuni sul lavoro

Nell'ambito del sistema assicurativo contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali sono indennizzabili tutte le malattie di natura fisica o psichica la cui origine sia riconducibile al rischio del lavoro, sia che riguardi la lavorazione sia che riguardi l'organizzazione del lavoro e le modalità della sua esplicazione, dovendosi ritenere incongrua una qualsiasi distinzione in tal senso.

Leggi dopo

L'oscillazione del tasso medio di tariffa in caso di cessazione dell'erogazione della rendita per decesso dell'infortunato

12 Aprile 2018 | di Andrea Rossi

Cass. sez. lav.,

Infortuni sul lavoro

L’oscillazione in aumento del tasso medio di tariffa opera anche quando durante il triennio di osservazione all'avvenuto riconoscimento della rendita segua la cessazione della sua erogazione per decesso dell'infortunato, seppure ciò accada prima del formale provvedimento di variazione (art. 22, D.M. 12 dicembre 2000, n. 10561).

Leggi dopo

L’infortunio in itinere dell’artigiano

06 Aprile 2018 | di Aldo De Matteis

Cass. sez. lav.,

Infortuni sul lavoro

L’infortunio in itinere del titolare di impresa artigiana deve essere considerato come avvenuto in occasione di lavoro tutte le volte che sia in collegamento causale con l’attività aziendale, dovendosi abbandonare la precedente distinzione tra attività esecutiva ed attività imprenditoriale.

Leggi dopo

Anche gli aggravamenti di un infortunio successivi al decennio vanno riconosciuti

13 Febbraio 2018 | di Aldo De Matteis

Cass. sez. lav.,

Infortuni sul lavoro

Il termine per l’esercizio del diritto alla revisione della rendita Inail stabilito dall’art. 83 D.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124, si riferisce esclusivamente all’eventuale aggravamento ed alla consequenziale inabilità derivante dalla naturale evoluzione dell’originario stato morboso, mentre, allorché il maggior grado di inabilità dipenda da una concausa sopravvenuta, sempre necessariamente originata dalla lesione generata dallo stesso infortunio, deve trovare applicazione la disciplina dettata dall’art. 80 del citato decreto.

Leggi dopo

Indennizzabilità dell’infortunio al lavoratore in stato di inabilità temporanea assoluta

14 Novembre 2017 | di Andrea Rossi

Cass. sez. lav.,

Infortuni sul lavoro

L’infortunio accaduto durante il periodo in cui il lavoratore dovrebbe astenersi dal lavoro, essendo temporaneamente inabile, può essere indennizzato dall’INAIL se si verifichi in occasione di lavoro.

Leggi dopo

La copertura assicurativa dell’infortunio sul lavoro accaduto nell’esercizio di un’attività connessa a quella agricola principale

14 Aprile 2017 | di Andrea Rossi

Cass. sez. lav.

Infortuni sul lavoro

Al fine del riconoscimento della tutela assicurativa di un infortunio sul lavoro, l’evento lesivo accaduto al lavoratore agricolo deve verificarsi nell’esercizio di mansioni rientranti in operazioni di uso corrente che non esprimano una valutazione ed una scelta di carattere organizzativo imprenditoriale.

Leggi dopo

Infortunio e occasione di lavoro: il sindaco è tutelato?

11 Novembre 2016 | di Aldo De Matteis

Tribunale Busto Arsizio

Infortuni sul lavoro

I lavoratori dipendenti, assicurati INAIL, conservano tale protezione durante l’espletamento della carica pubblica elettiva di sindaco.

Leggi dopo

Infortunio in itinere accaduto al lavoratore in permesso sindacale retribuito

28 Settembre 2016 | di Andrea Rossi

Cass. civ.

Infortuni sul lavoro

La partecipazione di un lavoratore, ancorché in qualità di sindacalista ed in permesso sindacale, ad una riunione che attiene all'attività dell'impresa, non è certamente estranea alle attività assicurate, ragion per cui l'infortunio occorso durante il tragitto per recarsi dal luogo di tale riunione al cantiere, ove egli alloggiava, deve ritenersi accaduto in occasione di lavoro.

Leggi dopo

Lavorazione principale, complementare e sussidiaria nella tariffa dei premi INAIL

17 Agosto 2016 | di Andrea Rossi

Cass. sez. lav.

Infortuni sul lavoro

Ai fini della determinazione dei premi dovuti dalle imprese all'INAIL e della classificazione delle lavorazioni, ove un'impresa svolga più lavorazioni, il Giudice del merito deve in concreto accertare, tra le lavorazioni svolte, quale assuma la connotazione di lavorazione principale e, quindi, se le ulteriori attività si pongano in correlazione non solo tecnica ma anche funzionale con la lavorazione principale, nel senso che deve trattarsi di lavorazioni tali da consentire una più agevole, completa e rapida realizzazione delle finalità aziendali, realizzando beni e servizi nella misura strettamente necessaria ed imposta dalla lavorazione principale e, solo all'esito positivo della predetta indagine, attribuire alle ulteriori attività la voce tariffaria corrispondente alla lavorazione principale.

Leggi dopo

Quando la decorrenza del termine di prescrizione dell’azione di regresso rimane ancorata al passaggio in giudicato della sentenza penale

16 Dicembre 2015 | di Andrea Rossi

Cass. sez. lav.

Infortuni sul lavoro

In presenza di un procedimento penale, iniziato nel triennio decorrente dalla liquidazione dell’indennizzo al danneggiato ovvero, in caso di rendita, dalla data di costituzione della stessa, il dies a quo del termine di prescrizione dell’azione di regresso rimane ancorata al passaggio in giudicato della sentenza penale.

Leggi dopo

Pagine