Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Restare a lavoro sino a 70 anni: diritto potestativo o aspettativa di fatto?

26 Gennaio 2015 | di Enrico Maria D’Onofrio

App. Roma

Pensioni

“L’art. 24, comma quarto, D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con modificazioni dalla L. 22 dicembre 2011, n. 214 non prevede un diritto potestativo del lavoratore di restare a lavoro sino al raggiungimento del settantesimo anno di età, atteso che il prolungamento del rapporto di lavoro viene configurato dal legislatore soltanto come obiettivo oggetto di incentivazione, presupponendo quindi pur sempre un accordo tra le parti, in mancanza del quale opera il limite generale dei requisiti minimi per l’accesso alla pensione di vecchiaia previsto dai rispettivi ordinamenti”.

Leggi dopo

Solidarietà negli appalti: la Cassazione chiarisce i rapporti tra la “Legge Biagi” e il “Codice dei contratti pubblici”

26 Gennaio 2015 | di Andrea Melchiorri

Cass. civ.

Contributi previdenziali

“La disciplina prevista dall’art. 29 del D. Lgs. 10 settembre 2003, n. 276 non trova applicazione per i contratti pubblici di appalto relativi a lavori, servizi e forniture in caso di ritardato od omesso pagamento delle retribuzioni o dei contributi previdenziali dovuti dall’appaltatore, o dagli eventuali subappaltatori, ai propri lavoratori dipendenti. In tale ipotesi trova, invece, applicazione il particolare regime di tutela previsto dagli artt. 4 e 5 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 ovvero il regime di tutela residuale previsto dall’art. 1676 c.c.”.

Leggi dopo

Indumenti di lavoro: non sempre la manutenzione delle tute spetta al datore di lavoro solo se le stesse hanno le caratteristiche dei D.P.I.

26 Gennaio 2015 | di Lorena Carleo

Trib. Gorizia

Sicurezza sul lavoro

Allorquando il datore di lavoro impone al proprio dipendente l’utilizzo, nel corso della prestazione lavorativa, di una divisa aziendale per esigenze di ordine, decoro e visibilità e la stessa divisa si limita a preservare gli abiti civili dall’ordinaria usura e dallo sporco-

Leggi dopo

Mancato ripristino del rapporto di lavoro. Natura risarcitoria delle somme e detraibilità delle integrazioni salariali al reddito a titolo di aliunde perceptum

26 Gennaio 2015 | di Valerio Berti

Trib. Roma

Dipendenti retribuzioni e contributi

Nel caso di inadempimento del datore di lavoro, il quale ha deciso di non riammettere in servizio il lavoratore seppure sia stata giudizialmente accertata la nullità della cessione del ramo di azienda a cui questo apparteneva e sia stato ordinato il ripristino del rapporto....

Leggi dopo

Pagine