Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

L'illegittima parcellizzazione dell'inadempimento del lavoratore

27 Maggio 2019 | di Teresa Zappia

Tribunale Latina, sez. lav.

Licenziamento disciplinare

Qualora il CCNL disponga una sanzione conservativa, prevedendo invece il licenziamento nelle ipotesi di recidiva, è illegittima la parcellizzazione della condotta del dipendente da parte del datore di lavoro. Il disvalore della condotta recidivante si individua nella perpetrazione dell'illecito in seguito ad una sanzione disciplinare precedentemente applicata...

Leggi dopo

Sul reclutamento del personale nelle società pubbliche: l’ultimo arresto della Cassazione

23 Maggio 2019 | di Claudia Serrapica

Cass., sez. lav.
Corte appello Roma
Corte conti

Lavoro pubblico

Per le società a totale partecipazione pubblica il previo esperimento delle procedure selettive condiziona la validità del contratto di lavoro. Diversamente opinando si finirebbe per eludere il divieto posto dalla norma imperativa che tiene conto della necessità di non limitare l’attuazione dei precetti dettati dall’art. 97, Cost...

Leggi dopo

Il distacco del personale per la gestione degli esuberi e la configurabilità di un unico centro di imputazione dei rapporto di lavoro

20 Maggio 2019 | di Paolo Patrizio

Tribunale Roma, sez. III lav.

Distacco

la condizione rilevante ai fini della configurabilità dell'unico centro di imputazione del rapporto di lavoro è l'utilizzazione contemporanea della prestazione lavorativa da parte di diversi soggetti giuridici, laddove i restanti requisiti...

Leggi dopo

Il licenziamento per giustificato motivo oggettivo va motivato in relazione al repêchage?

20 Maggio 2019 | di Luigi Di Paola

Cass., sez. lav.

Intimazione del licenziamento

In tema di licenziamento individuale, la novellazione dell'art. 2, comma 2, l. n. 604 del 1966 per opera dell'art. 1, comma 37, l. n. 92 del 2012, si è limitata a rimuovere l'anomalia della possibilità di intimare un licenziamento scritto immotivato, introducendo la contestualità dei motivi, ma non ha mutato la funzione della motivazione...

Leggi dopo

Gravità e buona fede nell'eccezione di inadempimento nel rapporto di lavoro subordinato

13 Maggio 2019 | di Marta Filippi

Tribunale Roma, sez. lav.

Diritti ed obblighi datore di lavoro

Anche nei rapporti di lavoro subordinato l'eccezione di inadempimento da parte del lavoratore, per ritardo nella corresponsione della retribuzione da parte del datore di lavoro, è subordinata ad una comparazione dei comportamenti delle parti con accertamento della gravità dell'inadempimento...

Leggi dopo

L'incidenza delle condotte extra lavorative sul vincolo fiduciario

09 Maggio 2019 | di Teresa Zappia

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale

licenziamento per giusta causa può essere fondato anche su condotte extra-lavorative precedenti l'instaurazione del rapporto di lavoro, purché non già conosciute dal datore ed idonee ad incidere irrimediabilmente sul vincolo fiduciario tra le parti. Qualora il fatto addebitato integri un'ipotesi di reato, non osta il recesso datoriale il difetto di una condanna definitiva, operando il principio di colpevolezza solo per la pretesa sanzionatoria statale, salvo che tale subordinazione sia oggetto di espressa previsione contrattuale.

Leggi dopo

Accertamento in via incidentale dell'“ingiustificatezza” del licenziamento del dirigente

06 Maggio 2019 | di Luigi Di Paola

Cass., sez. lav.

Dirigenti

In tema di licenziamento del dirigente, quando l'erogazione delle indennità collegate alla cessazione del rapporto di lavoro presupponga, in base al c.c.n.l. di settore, che il licenziamento non sia giustificato, l'ingiustificatezza può formare oggetto di un accertamento incidentale...

Leggi dopo

Ripartizione trattamento di reversibilità tra coniuge divorziato e coniuge superstite

26 Aprile 2019 | di Stefano Lapponi

Pensioni

La questione affrontata nella pronuncia in commento riguarda, in materia di divorzio, la ripartizione della pensione di reversibilità tra coniuge divorziato e coniuge superstite.

Leggi dopo

Decadenza, accertamento o costituzione del rapporto di lavoro in capo a soggetto diverso dal titolare

23 Aprile 2019 | di Fabrizio Ferraro

Prescrizione e decadenze

Non decorrono i termini di decadenza per la contestazione di un appalto illecito (art. 32 comma 4, lett. c, l. 183/2010) se è privo di forma scritta il licenziamento intimato dall'appaltatore (datore fittizio) e attribuibile ex lege all'appaltante (utilizzatore effettivo).

Leggi dopo

Il Tribunale di Bari sul trattamento retributivo dei lettori lingua straniera

15 Aprile 2019 | di Marta Filippi

Tribunale Bari, sez. lav.

Retribuzione

Posta la continuità tra la la figura professionale degli ex lettori di lingua straniera e quella dei collaboratori esperti linguistici, ne consegue che, se anche l'ex lettore abbia ottenuto l'accertamento della sussistenza del rapporto di lavoro a tempo indeterminato per la nullità della clausola di durata con sentenza passata in giudicato, e tale non abbia specificamente statuito sugli aspetti economici e normativi del rapporto, deve trovare applicazione, relativamente alla determinazione della giusta retribuzione, la disciplina di fonte legale, di cui al d.l. n. 2 del 2004, come autenticamente interpretata dalla l. n. 240 del 2010, e quella contrattuale. Pertanto il riconoscimento ai collaboratori ex lettori di un trattamento economico corrispondente a quello del ricercatore confermato a tempo definito ha effetto soltanto sino alla data di instaurazione del nuovo rapporto quali collaboratori esperti linguistici, fatti salvi i trattamenti di maggior favore

Leggi dopo

Pagine