News

News

Esclusa l’indennità sostitutiva della reintegra se il lavoratore illegittimamente licenziato è nel frattempo andato in pensione

23 Aprile 2019 | di La Redazione

Cassazione civile

Impugnazione del licenziamento

In caso di dichiarazione di illegittimità del licenziamento e di impossibilità sopravvenuta dell’obbligazione reintegratoria per causa estranea al datore di lavoro, è esclusa anche l’indennità sostitutiva.

Leggi dopo

Accordo transattivo e consapevolezza del lavoratore

17 Aprile 2019 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav.

Rinunce, transazione e conciliazione

Dalla scrittura contenente la transazione devono risultare gli elementi essenziali del negozio, e quindi, la comune volontà delle parti di comporre una controversia in atto o prevista, la res dubia, vale a dire la materia oggetto delle contrastanti pretese giuridiche delle parti...

Leggi dopo

Soppressione della posizione lavorativa: la privazione totale delle mansioni non è alternativa al licenziamento

12 Aprile 2019 | di La Redazione

Cass., sez. VI - L, ord.

Licenziamento economico

La soppressione della posizione lavorativa ricoperta dal dipendente obbliga il datore all'assegnazione al lavoratore di altre mansioni professionalmente equivalenti disponibili nell'azienda nonché...

Leggi dopo

Risarcimento del danno differenziale: danno biologico e perdita della capacità lavorativa vanno computati separatamente

11 Aprile 2019 | di David Satta Mazzone

Infortuni sul lavoro - assicurazione

Il danno biologico differenziale corrisponde al danno non patrimoniale e ne risponde il datore di lavoro: esso esclude la rendita vitalizia con cui INAIL indennizza il danno patrimoniale.

Leggi dopo

Sul licenziamento a seguito di astensione dal lavoro qualificata dal dipendente come eccezione d'inadempimento datoriale agli obblighi di sicurezza

08 Aprile 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Diritti ed obblighi datore di lavoro

Ove accertato l'inadempimento da parte del datore di lavoro con riferimento all'inosservanza delle misure di sicurezza, una giustificazione del comportamento inadempiente del lavoratore, deve necessariamente passare...

Leggi dopo

Reddito di cittadinanza e quota 100 sono legge. Ecco le novità fiscali

01 Aprile 2019 | di La Redazione

Pensioni

È approdata in Gazzetta Ufficiale la legge di conversione del c.d. “decretone” che, oltre alle regole per il reddito di cittadinanza e quota 100 contiene alcune novità in materia fiscale...

Leggi dopo

Assistenza disabili e trasferimento in corso di rapporto di lavoro

29 Marzo 2019 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav., 1° marzo 2019, n. 6150

Trasferimento del lavoratore

La Suprema Corte in riferimento all'art. 33, comma 5, l. n. 104 del 1992, nel testo anteriore alle modifiche di cui alla l. n. 53 del 2000, ha statuito come la norma di cui alla l. n. 104 del 1992, art. 33, comma 5, sul diritto del genitore o familiare lavoratore "che assista con continuità un parente o un affine entro il terzo grado handicappato" di scegliere...

Leggi dopo

Computo dei soci lavoratori di cooperativa ai fini dell'integrazione del requisito dimensionale

29 Marzo 2019 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav., 11 marzo 2019, n. 6947

Socio lavoratore

In una società cooperativa, anche i soci lavoratori con rapporto di lavoro subordinato devono essere computati ai fini del requisito dimensionale per l'applicazione del regime di stabilità del rapporto di lavoro: con la conseguenza...

Leggi dopo

Assegni familiari e somministrazione: spettano al lavoratore anche durante i periodi di attesa di assegnazione

25 Marzo 2019 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav. 8 marzo 2019, n. 6870

Assegni familiari

Occorre concludere che il diritto all'assegno per il nucleo familiare per il lavoratore che percepisce l'indennità di disponibilità derivi dalle regole generali richiamate dalla stessa disciplina normativa del lavoro somministrato e solo necessita di una interpretazione sistematica, che tenga conto...

Leggi dopo

Sull'obbligo di motivazione del recesso

25 Marzo 2019 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav., 7 marzo 2019, n. 6678

Licenziamento individuale

La Suprema Corte ribadisce il principio di diritto secondo il quale il datore di lavoro ha l'obbligo di comunicare per iscritto i motivi del recesso, ma non è tenuto ad esporre specificamente tutti gli elementi di fatto e di diritto a base del provvedimento, essendo invece sufficiente che indichi la fattispecie di recesso nei suoi tratti e circostanze...

Leggi dopo

Pagine