News

News su Malattia

Alle Sezioni Unite le conseguenze del licenziamento per errato superamento del periodo di comporto

16 Novembre 2017 | di Francesco Pedroni

Cass. sez. lav.,

Malattia

La Sezione Lavoro della Suprema Corte di Cassazione ha rimesso gli atti al primo Presidente per la valutazione dell’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite della trattazione del ricorso che verte sulle conseguenze giuridiche del licenziamento intimato in costanza di malattia del lavoratore durante il periodo di comporto.

Leggi dopo

Infortunio e controllo delle assenze: il riparto di competenze tra INPS e INAIL

10 Novembre 2017 | di La Redazione

Cass. sez. lav.,

Malattia

Un dipendente, assente per infermità certificata dall’INAIL a seguito di infortunio sul lavoro, rifiutava di sottoporsi alla visita di controllo del medico dell’INPS, recatosi presso il suo domicilio su richiesta del datore di lavoro. La Cassazione si pronuncia sulla rilevanza disciplinare di tale condotta, alla luce dell'attribuzione di competenza ad eseguire le visite.

Leggi dopo

Superamento del comporto e prova dell’affidamento alla prosecuzione del rapporto

19 Luglio 2017 | di La Redazione

Cass. sez. lav.

Malattia

La Cassazione, con sentenza n. 16392/2017, chiarisce la ripartizione dell’onere della prova in caso di licenziamento per superamento del periodo di comporto, intimato dopo la ripresa dell'attività lavorativa da parte del dipendente.

Leggi dopo

Autocertificazione dello stato di malattia: DDL al Senato

06 Luglio 2017 | di La Redazione

Malattia

Il dipendente potrebbe autocertificare i primi 3 giorni di assenza per malattia. È quanto proposto nel disegno di legge presentato al Senato da Maurizio Romani, vice-presidente della commissione Igiene e Sanità, in un’ottica di semplificazione delle procedure e di responsabilizzazione dei lavoratori.

Leggi dopo

Riduzione del periodo di prognosi: chiarimenti

03 Maggio 2017 | di La Redazione

INPS, circolare

INPS, Circolare 2 maggio 2017, n. 79.pdf

Malattia

L'INPS ha pubblicato ieri, 2 maggio 2017, la Circolare n. 79, che chiarisce gli obblighi a carico di lavoratori e datori di lavoro in caso di riduzione del periodo di prognosi riportato nel certificato attestante la temporanea incapacità lavorativa per malattia.

Leggi dopo

Tutele crescenti ed eccessiva morbilità: reintegra se il datore non si costituisce

05 Dicembre 2016 | di La Redazione

Malattia

Il Tribunale di Milano, con sentenza depositata il 5 ottobre 2016, ha ordinato la reintegrazione del lavoratore, assoggettato alla disciplina del contratto a tutele crescenti, licenziato per giusta causa ex art. 2119 c.c. in relazione all’asserita interruzione del rapporto fiduciario conseguente il protratto periodo di malattia.

Leggi dopo

Simulazione fraudolenta della malattia

19 Agosto 2016 | di La Redazione

Cass. sez. lav., 16 agosto 2016, n. 17113.pdf

Malattia

Con sentenza del 16 agosto 2016 n. 17113, la Corte di Cassazione ha affermato che le certificazioni mediche possono essere contestate dal datore di lavoro attraverso la valorizzazione di ogni circostanza di fatto volta a dimostrare l’insussistenza dalla malattia o quantomeno uno stato di incapacità lavorativa tale da giustificare l’assenza.

Leggi dopo

Reperibilità ed esclusioni per i dipendenti privati

08 Giugno 2016 | di La Redazione

INPS, Circolare 7 giugno 2016, n. 95.pdf

Malattia

La Circolare INPS n. 95/2016 fornisce gli indirizzi operativi in merito all’applicazione della normativa relativa alle esenzioni dalla reperibilità per i lavoratori del settore privato. Allegate altresì le linee guida per l’individuazione delle patologie che danno diritto a tali esoneri.

Leggi dopo

Al superamento dei 180 giorni di malattia, “scatta” l’aspettativa non retribuita

04 Aprile 2016 | di La Redazione

Malattia

La Cassazione, con la sentenza n. 5310 del 17 marzo 2016 torna a pronunciarsi sull’interpretazione dell’art. 129 CCNL di distribuzione cooperativa, in base al quale il lavoratore ammalato ha diritto alla conservazione del posto fino ad avvenuta guarigione clinica. Il periodo eccedente i 180 giorni “viene considerato” come aspettativa non retribuita.

Leggi dopo

Attività durante malattia è sanzionabile se imprudente

14 Agosto 2015

Malattia

L’attività ludica svolta durante il periodo di malattia viola le norme disciplinari, a prescindere dal fatto che non comporti un aggravarsi dello stato morboso. E’ quanto affermato dai Giudici della Suprema Corte di Cassazione Sezione Lavoro con la sentenza n.16465 del 5 agosto 2015.

Leggi dopo