News

News su Lavoro a tempo determinato

Contratto a tempo indeterminato riconosciuto dal giudice: niente restituzione della disoccupazione all’INPS

28 Agosto 2020 | di Attilio Ievolella

Cass., sez. lav.

Lavoro a tempo determinato

Inutile il ricorso proposto dall’istituto previdenziale. Confermato il decreto con cui è stata ordinata all’INPS la restituzione delle trattenute operate sul trattamento pensionistico di un uomo ritenuto colpevole di avere indebitamente percepito l’indennità di disoccupazione per quattro anni.

Leggi dopo

Ancora una pronuncia della Suprema Corte in materia di illegittimità del contratto di lavoro a termine nella P.A.

30 Giugno 2020 | di Roberto Dulio

Cass., sez. lav.

Lavoro a tempo determinato

In materia di pubblico impiego privatizzato, l’eventuale violazione delle norme sul contratto a termine non può mai tradursi nella conversione del rapporto, per espressa disposizione legislativa, sussistendo unicamente la tutela risarcitoria prevista dall'art. 36, comma 5, d.lgs. n. 165 del 2001...

Leggi dopo

Apposizione del termine al contratto di lavoro? Valida la clausola “elastica”

12 Maggio 2020 | di David Satta Mazzone

Cass., sez. lav.

Lavoro a tempo determinato

Contratti di lavoro a termine ex d.lgs. n. 368 del 2001: validi se la causale inquadra modalità, tempi e luoghi di svolgimento del lavoro. La legittimità dell’enunciazione dell’esigenza di sostituire lavoratori assenti è correlata all’indicazione di elementi ulteriori quali l’ambito territoriale di riferimento, il luogo della prestazione lavorativa, le mansioni...

Leggi dopo

Sugli scatti di anzianità del personale scolastico assunto con contratti a termine

28 Novembre 2019 | di Marta Filippi

Cass., sez. lav.

Lavoro a tempo determinato

Sulla disciplina applicabile per il riconoscimento degli scatti di anzianità al personale scolastico assunto con reiterati contratti a termine, i giudici della Corte di cassazione hanno precisato come, a seguito della contrattualizzazione del lavoro pubblico...

Leggi dopo

Contratto a termine: la causale di assunzione non può essere integrata in corso di causa

16 Settembre 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav., 9 settembre 2019, n. 22496

Lavoro a tempo determinato

In materia di contratti a termine, viene ribadito il principio in base al quale la causale di assunzione deve essere specifica, dovendo indicare in modo chiaro e preciso le ragioni che ne stanno alla base, non essendo invece consentita un’integrazione...

Leggi dopo

Contratto a termine: l’onere del datore di specificare le ragioni sostitutive

04 Settembre 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Lavoro a tempo determinato

In tema di assunzione a termine di lavoratori subordinati per ragioni di carattere sostitutivo, l’onere di specificazione di dette ragioni è collegato alla finalità di assicurare la trasparenza e la veridicità della causa dell’apposizione del termine e l’immodificabilità della stessa nel corso del rapporto.

Leggi dopo

Tempo determinato: il rinvio al contratto collettivo non rende specifica la causale apposta al contratto a termine

24 Gennaio 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav.,

Lavoro a tempo determinato

Il requisito di specificità della causale apposta ai contratti a tempo determinato disposto dall'art. 1, d.lgs. n. 368 del 2001, è ineludibile, al pari della forma scritta ad substantiam del contratto, imposta dall'art. 4 del medesimo decreto, sicché il predetto requisito non risulta soddisfatto dal generico richiamo alle previsioni della contrattazione collettiva...

Leggi dopo

È nullo il contratto di somministrazione a tempo determinato se la causale è omessa o troppo generica

10 Gennaio 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Lavoro a tempo determinato

Il contratto di somministrazione a tempo determinato è nullo se non vengono indicate le ragioni tecniche, produttive o organizzative per le quali viene stipulato. Inoltre, per salvare il contratto dalla nullità, non è sufficiente che il datore indichi una causale contrattuale troppo generica, dovendone indicare una specifica.

Leggi dopo

Decreto Dignità: prima circolare interpretativa del Ministero del lavoro su tempo determinato e somministrazione

05 Novembre 2018 | di La Redazione

Lavoro a tempo determinato

Il Ministero del Lavoro, con la circolare n. 17 del 31 ottobre 2018, ha fornito le prime indicazioni interpretative in materia di contratto di lavoro a tempo determinato e somministrazione di lavoro con il Decreto Dignità (d.l. n.87 del 2018). Innanzitutto, per quanto riguarda il contratto a tempo determinato, le novità introdotte dal Decreto Dignità sono le seguenti...

Leggi dopo

Le differenze di trattamento tra i dipendenti pubblici nell'’Accordo quadro europeo sul lavoro a TD

15 Ottobre 2018 | di Sabrina Apa

Corte giustizia UE, sez. VI, 20 settembre 2018

Lavoro a tempo determinato

La clausola 4 dell'Accordo quadro sul lavoro a tempo determinato, concluso il 18 marzo 1999, che figura in allegato alla direttiva 1999/70/CE del Consiglio, del 28 giugno 1999, relativa all'accordo quadro CES, UNICE e CEEP sul lavoro a tempo determinato, deve essere interpretata nel senso che essa non osta, in linea di principio, a una normativa nazionale come quella di cui al procedimento principale, la quale, ai fini dell'inquadramento di un lavoratore in una categoria retributiva al momento della sua assunzione in base ai titoli come dipendente pubblico di ruolo, tenga conto dei periodi di servizio prestati nell'ambito di contratti di lavoro a tempo determinato in misura integrale fino al quarto anno e poi, oltre tale limite, parzialmente, a concorrenza dei due terzi.

Leggi dopo

Pagine